Cerca

Per Bari-Avellino in più di 15mila (a festeggiare)

BARI - E il Bari riesce a superare l'Avellino (1-0) nella prima partita del dopo Matarrese in uno stadio come non se ne vedeva da tempo: quasi 15mila i tifosi biancorossi sugli spalti. La dichiarazione di fallimento di lunedì scorso ha dunque spinto i tifosi a una partecipazione ancora più massiccia rispetto alla gara di sabato scorso contro il Lanciano
L'iniziativa coi Lettori: «Il Bari che vorrei»
Per Bari-Avellino in più di 15mila (a festeggiare)
BARI - E il Bari riesce a superare l'Avellino (1-0) nella prima partita del dopo Matarrese in uno stadio come non se ne vedeva da tempo: quasi 15mila i tifosi biancorossi sugli spalti. La dichiarazione di fallimento di lunedì scorso ha dunque spinto i tifosi a una partecipazione ancora più massiccia rispetto alla gara di sabato scorso contro il Lanciano.

«UNA FEBBRE BIANCOROSSA»
I rivenditori autorizzati sono stati il termometro della situazione di una ritornata voglia dei tifosi di appoggiare la squadra. E stamattina l'affluenza per acquistare i biglietti è sostenuta «come non si vedeva da anni». Cosicché l'affluenza allo stadio ha porterà quasi a superare i 15mila spettatori.

Sembra dunque andata a segno la sollecitazione dei curatori fallimentari, sembra sia stato accolto l'appello ai baresi di contribuire alla causa assiepando il San Nicola nel confronto contro un'altra delle formazioni al vertice della serie B.
Del resto, c'è da raggiungere a tutti i costi la permenenza, condizione fondamentale per permettere ai potenziali acquirenti di investire e rilanciare il calcio a Bari.
L'asta è vicina. In molti si dicono interessati anche se si dovrà verificare la veridicità di tutte le proposte di cui si vocifera.

SILVA L'UOMO GOL
Quarto successo di fila del Bari al San Nicola, davanti a oltre 15.000 spettatori: i pugliesi hanno superato l’Avellino con il quarto centro stagionale del centravanti Joao Silva.
Il gol partita è arrivato al 37' della ripresa su cross di Sciaudone e deviazione di testa del portoghese. Gli irpini hanno molto da recriminare sul risultato finale avendo collezionato, soprattutto nel primo tempo, una serie di occasioni nitide da rete, compresa una traversa di Galabinov. 

ALBERTI: UNA GARA EQUILIBRATA
"Abbiamo in questo momento lo spirito della città sportiva: sappiamo soffrire e abbiamo la voglia di superare tutti insieme questo difficile momento": così il tecnico del Bari Roberto Alberti ha commentato la vittoria dei pugliesi al San Nicola contro l’Avellino. "La gara è stata equilibrata – ha aggiunto – e nella ripresa i nostri avversari hanno accusato un calo per aver impiegato molte energie in avvio. I cambi? Fossati ha preso un colpo in testa e è andato a fare accertamenti sanitari, mentre Sabelli ha avuto crampi. Gli innesti di Romizi e Zanon non sono avvenuti per motivi tattici".
Infine elogi per gli stranieri Joao Silva, autore del gol partita, e per Lugo: "Stanno crescendo. Avevano bisogno di ambientarsi".

Il tecnico dell’Avellino Massimo Rastelli è convinto che la sua squadra possa lottare fino alla fine per la promozione diretta nella massima serie. "Peccato per questa sconfitta - dice – Ma siamo in alto dall’inizio del torneo e proveremo a giocare sempre per il massimo. Il nostro limite? Facciamo fatica a fare gol". "Abbiamo pagato caro la mancata realizzazione delle occasioni costruite nel primo tempo. Di sicuro non ho nulla da rimproverare ai miei: abbiamo osato e la prestazione dice che abbiamo fatto bene. Purtroppo, avendo schierato tre attaccanti, difensori e centrocampisti dovevano coprire una larga fetta di campo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400