Cerca

Italia-Montenegro il Settebello sfida gli «squali» a Bari

d EMANUELE ZOTTI
BARI - Lo splendore di due delle squadre più forti del pianeta a confronto. L’argento olimpico del Settebello e gli argenti mondiali ed europei del Montenegro sono faccia a faccia questa sera a Bari, nell’accogliente impianto delle piscine comunali (diretta dalle ore 20 su Rai sport 1)
Italia-Montenegro il Settebello sfida gli «squali» a Bari
di Emanuele Zotti

BARI - Lo splendore di due delle squadre più forti del pianeta a confronto. L’argento olimpico del Settebello e gli argenti mondiali ed europei del Montenegro sono faccia a faccia questa sera a Bari, nell’accogliente impianto delle piscine comunali (diretta dalle ore 20 su Rai sport 1).

Per l’Italia di Sandro Campagna si tratta di una sfida da dentro o fuori. Battere i montenegrini con quattro gol di scarto costituirebbe un’ipoteca sull’accesso alla finale di questa World League, in programma a Dubai il prossimo giugno. L’obiettivo è provare a capovolgere la sconfitta per 11-8 rimediata a Kotor, lo scorso 10 dicembre.

Per farlo ci si affida al calore del pubblico barese, che sta rispondendo bene al richiamo di uno spettacolo di livello assoluto: circa mille tagliandi già venduti sui 1.300 disponibili, con la biglietteria aperta sino all’esaurimento dei posti.

Ieri, tanto lavoro in vasca e in palestra per il team azzurro, che negli ultimi allenamenti ha provato a lavorare su quello che potrebbe essere un punto debole della formazione del tecnico Perovic, cioè l’assenza di un forte mancino come attaccante destro, preferendo raddoppiare i centroboa e affidarsi alle capacità di Tempesti, senza dubbio miglior portiere al mondo. «Se ha notato questo tipo di tattica, può darsi sia vero - esordisce sorridendo il cittì Campagna -. Ma più in generale si può dire che non possiamo sottovalutare nessun aspetto del Montenegro. Sono nel pieno della maturità e al momento non è azzardato dire che sono i più forti al mondo. Molti loro giocatori hanno già oltre trecento gare internazionali alle spalle e si possono permettere di lasciare fuori atleti fantastici come Slokovic e Nikola Janovic. Non dico questo per mettere le mani avanti. Noi siamo più giovani, ma siamo a Bari per vincere ribaltando il risultato dell’andata. Vogliamo raggiungere la finale di Dubai - conclude il coach -, imponendo il nostro gioco veloce, che non vuole lasciare spazio ai nostri rivali».

Nella lista dei sedici azzurri che coach Campagna scremerà oggi sino ai tredici definitivi, c’è anche il difensore barese, nativo di Giovinazzo, Gianluigi Foglio, classe 1995, il più giovane tra i convocati. «Per lui - spiega il cittì - si tratta di una prima volta. È importante che i giovani interessanti partecipino anche ai raduni di preparazione alle gare. Speriamo che un domani entrino nel gruppo da protagonisti».

Nei precedenti di World League a Bari, la nazionale italiana ha perso contro Croazia e Ungheria. Oggi, però, nel capoluogo si respira aria di vittoria.

ITALIA

Portieri: Tempesti, Del Lungo.

Difensori: Valentino, Presciutti, Foglio, Renzuto, Iodice, Figari, Fondelli, Giacoppo, Coppoli.Attaccanti: Di Fulvio, Nora, Giorgetti, Figlioli. Centroboa: Baraldi, Aicardi. Coach: Sandro Campagna.

MONTENEGRO

Portieri: Cepanovic, Lazovic.

Difensori: Ivovic, Cuckovic, Petrovic, Radovic, Mladan Janovic.

Attaccanti: Draško Brguljan, Darko Brguljan, Paskovic, Draškovic. Centroboa: Mišic, Klikovac. Coach: Ranko Perovic.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400