Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 00:15

Motomondiale - Al Gp d'Australia "pole" dello statunitense Nicky Hayden (Honda)

Il Gran premio d'Australia si corre a Phillip Island. Su Italia 1, domenica mattina in diretta con la trasmissione "Grand Prix" dalle ore 3.50 la gara della classe 125, dalle ore 5.15 la gara della classe 250 e dalle ore 7 la gara della classe Gp • Le classifiche
Motociclismo mondiale - Nicky Hayden (Usa-Honda)  PHILLIP ISLAND (Australia) - Nick Hayden c'è ancora e ha intenzione di vendere cara la pelle prima di farsi superare dai suoi avversari, sempre più vicini in classifica. In Australia il pilota statunitense della Honda torna prepotentemente avanti conquistando la sua quarta pole in carriera con il tempo di 1'29"020. La gara di domani si preannuncia interessante. Accanto all'attuale capoclassifica partirà il giapponese Shinga Nakano con la Kawasaki, che ha soffiato un posto importante a Valentino Rossi che si deve accontentare della terza posizione a 215 centesimi dalla Honda di Hayden.
Ben più lontani e tanti problemi per gli altri maggiori protagonisti del mondiale, a partire dal nostro Marco Melandri che non è andato oltre la settima piazza confermando i problemi della sua moto. Non ha fatto meglio Dani Pedrosa; il campione del mondo della 250 si è dovuto accontentare del decimo piazzamento. Lo spagnolo accusa ancora forti dolori al ginocchio infortunato a Sepang.
Brutte qualifiche anche in casa Ducati. I piloti della rossa guardano alla gara di domani con un misto di disappunto e di fiducia. Da una parte, hanno dimostrato di possedere un ottimo passo con le Bridgestone da gara ma dall'altro hanno faticato parecchio durante le prove di qualificazione, chiuse con il dodicesimo (Sete Gibernau) e tredicesimo (Loris Capirossi) tempo.
Sul velocissimo tracciato australiano gli pneumatici da qualifica non hanno reso, sulla Desmosedici, tanto bene quanto invece abbiamo fatto sulla Kawasaki di Nakano. Per questo motivo entrambi i piloti del Ducati Marlboro Team hanno fatto registrare il loro miglior tempo con coperture da gara.
Nella classe 250 continua il dominio incontrastato di Jorge Lorenzo. Lo spagnolo, attuale leader del Mondiale, sfrutta fino alla fine la sessione di qualifiche nonostante sia sempre stato al comando e si migliora di altri 38 millesimi, chiudendo il suo giro veloce in 1'32"717. In affanno i rivali, a partire dal sammarinese Alex De Angelis, secondo a 885 centesimi, quindi Sylvain Guintoli, terzo con l'Aprilia a 1"015 e Andrea Dovizioso a 1"149. Marco Simoncelli apre la seconda fila dove a fargli compagnia saranno Hiroshi Aoyama, Hector Barbera e Jakub Smrz.
Nella classe 125 dopo le seconde qualifiche il più veloce è stato Mika Kallio che è riuscito a limare ancora il record della pista portandolo a 1'36"625. Non si spaventa comunque Alvaro Bautista del Master Aspar. Il pilota spagnolo ad un passo dalla conquista del mondiale piloti, si è perentoriamente piazzato alle spalle del pilota finnico, accusando un ritardo di 175 centesimi (1'36"800). terzo tempo per Lukas Pesek su derby' mentre a chiudere la prima fila è Thomas Luthi su Honda. Scivola in seconda fila con il quinto tempo Joan Olive con la moto del SSM Racing.
Il pilota spagnolo è comunque uno di quelli da tenere in considerazione per un posto da protagonista nella gara di domani. Alle spalle di Olive, ha concluso soffrendo Pasini. Mattia, compagno di squadra di Bautista, non è riuscito a trovare la strada per fare il suo tempo migliore. Alla fine Pasini ha ottenuto con il tempo 1'37"292 il sesto tempo e la seconda fila. Il pilota italiano non appare demoralizzato ma convinto di poter lottare per le posizioni che contano in una gara che pronostica di gruppo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione