Cerca

Lecce sempre in crescita bene attacco e difesa

di MASSIMO BARBANO
LECCE - Una crescita esponenziale quella di queste prime otto giornate del girone di ritorno rispetto allo stesso periodo dell’andata. E non solo in termini di punti che si sono addirittura quintuplicati (19 contro soli 4 delle prime otto), ma anche quanto a rendimento di difesa e attacco
Lecce sempre in crescita bene attacco e difesa
MASSIMO BARBANO
LECCE - Una crescita esponenziale quella di queste prime otto giornate del girone di ritorno rispetto allo stesso periodo dell’andata. E non solo in termini di punti che si sono addirittura quintuplicati (19 contro soli 4 delle prime otto), ma anche quanto a rendimento di difesa e attacco.

I numeri delle prime otto giornate di andata sono praticamente antitetici ai corrispondenti del ritorno: l’incremento dei gol messi a segno è di addirittura il 133%, mentre il decremento dei gol subìti sfiora la metà. Cifre da capogiro con un saldo gol fatti gol subiti che si è ribaltato (da -7 a +7) e che hanno innescato un trend capace di consentire alla formazione pugliese di riaprire addirittura i giochi per la promozione diretta, partendo da una classifica che la vedeva fuori anche dall’ultimo posto della griglia play off.

E se la logica dei freddi numeri basta e avanza a spiegare la scalata, quella dei giocatori mandati in rete certifica anche una coralità dell’azione che si è consolidata strada facendo. Nelle prime otto giornate del girone di andata i giocatori che hanno apposto la loro firma nel tabellino dei marcatori furono appena quattro (Miccoli, autore di tre reti, lopez, D’Ambrosio e Doumbia); nello stesso periodo del girone di ritorno è andata a segno un’intera squadra: ben undici giocatori (Vinetot, Bogliacino, Papini, Amodio, Diniz, Miccoli, Beretta, Zigoni, Lopez, Ferreira Pinto, Abruzzese.

È con queste credenziali che la squadra allenata da Franco Lerda si appresta a porre domani un altro «mattone» per questa incredibile scalata approfittando di un turno che sulla carta le riserva i favori del pronostico (in casa contro un apparentemente demotivato Ascoli). Tuttavia non mancano i problemi per i giallorossi che hanno ferme ai box numerose pedine importanti per la loro economia di gioco e sui quali pende oggi la spada di Damocle di una possibile, anche se obiettivamente improbabile squalifica a Miccoli. Oggi, davanti alla commissione disciplinare si discute il caso del capitano del Lecce accusato grazie ad un’intercettazione di aver pronunciato frasi offensive alla memoria del giudice Giovanni Falcone.

Le possibili sanzioni vanno da una multa ad una squalifica, sempre che il fatto sia di competenza della Giustizia sportiva e non invece di una diversa giurisdizione. Indisponibili per domani sono barraco (influenza), Zigoni e Doumbia (infortunati) e i lugnodegenti Sacilotto e Bellazzini. In dubbio Diniz.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400