Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 01:50

Motomondiale - In Malesia un monsone dà la "pole" a Rossi

Per l'ondata di maltempo, al Gran premio di Sepang domenica 10 settembre il "dottore" della Yamaha parte primo in base ai tempi delle prove libere. Diretta tv su Italia Uno (dalle ore 6 la classe 125, dalle 7.15 la classe 250 e dalle 9 classe Gp)
Motomondiale - Valentino Rossi (Yamaha) SEPANG (Malesia) - Il monsone che attraversa la Malesia in queste ore ha reso inutili le qualifiche del sabato del GP di motocilismo a Sepang. Addirittura i piloti della MotoGP non hanno completamente girato e la pole position è stata decisa in base ai migliori tempi ottenuti nei tre turni di prove libere (due ieri ed una oggi, n.d.r.). La pole è andata a Valentino Rossi, unico a scendere sotto il muro dei 2'01» con 2'00605. Di 43 millesimi sopra, invece, Nicky Hayden che così acciuffa la prima fila e partirà al fianco del suo concorrente per il titolo della 4 Tempi. A chiudere la fila c'è la rossa Ducati di Loris Capirossi. Il vincitore di Brno, infatti, aveva ottenuto come miglior tempo 2'01167, dimostrando si essere in grande salute e di poter puntare al bis del GP ceko. Più lontani tutti gli altri, a partire da Kenny Roberts Jr. che con la KR211V apre la seconda fila davanti all'altra Repsol Honda Hrc di Dani Pedrosa. Ma lo spagnolo è ancora in forse per la gara di domani, visti i problemi al ginocchi ed alle altre piccole ferite e contusioni riportate nella caduta di venerdì. Sesto tempo incoraggiante per l'altro ducatista Sete Gibernau. Lo spagnolo alle prese con i problemi alla clavicola pluri-fratturata sembra essere in buona condizione. Terza fila per Marco Melandri che con la Honda del team Gresini Fortuna ha totalizzato il nono tempo, preceduto anche dalla Kawasaki del francese Randy De Puniet e dalla Suzuki Rizla dello statunitense John Hopkins.
Così come per la MotoGP, anche la classe 250 cc. ha disegnato la griglia di partenza della gara malese sulla base di quanto fatto il venerdì. La pioggia torrenziale si è abbattuta, infatti, proprio mentre le quarto di litro stavano girando per le libere. Impossibile effettuare successivamente le qualifiche e pole positin decisa dalla prima sessione di ieri. Di conseguenza, Hector Barbera con la Aprilia del team Fortuna scatterà davanti al compagno di squadra e connazionale Jorge Lorenzo. Hiroshi Aoyama con la Ktm e Roberto Locatelli su Aprilia del team Toth completano la prima fila. Andrea Dovizioso, secondo nel Mondiale con la Honda Humangest, apre la seconda fila, quindi l'Aprilia Aspar di Alex de Angelis, e le Honda di Shuhei Aoyama e del colombiano Martin Cardenas. Le «piccole» 125 cc., invece, sono state le uniche ad abbozzare una seconda sessione di qualificazione. Ma con l'asfalto inondato d'acqua in molte zone del tracciato di Sepang, si è più che altro fatto salotto ai box, guardando il cielo nel tentativo di capire cosa riservi Giove Pluvio per la giornata di domani. La pole è rimasta quindi ad Alvaro Bautista. Il leader del mondiale con la sua Aprilia Asapr era stato il più veloce ieri davanti alla KTM del finlandese Mika Kallio ed alla moto gemella di Mattia Pasini. Chiude la prima fila l'altra moto di Noale dello spagnolo Joan Olivè. In seconda fila, l'Aprilia Aspar di Hector Faubel, le due Derbi di Nico Terol e Lukas Pesek e la Honda di Fabrizio Lai.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione