Cerca

Basket, a Brindisi tiene banco il mercato Bucchi attende il play

di FRANCO DE SIMONE
BRINDISI - Sul taccuino del general manager dell’Enel Baske,. Alessandro Giuliani, di nomi, per quanto è possibile sapere, dovrebbero essercene diversi: Willie Deane, attualmente nelle file del Krasny Oktyabr, in Ucraina, americano con passaporto bulgaro; Nemanja Gordic, play bosniaco, tre anni fa alla Virtus Roma poi all’Azov Mariupol, Partizan e quest’anno all’Igokea; ma anche Eugene “Pooh” Jeter. Qualora uno dei tre accettasse, si rafforzerebbe la rosa di coach Bucchi (nella foto) e avrebbe un grande impatto sull’ambiente
Basket, a Brindisi tiene banco il mercato Bucchi attende il play
di Franco De Simone

BRINDISI - Nel corso della quinta giornata di ritorno del campionato di Lega A, alcune squadre si presenteranno con nuovi giocatori: Avellino con Je'Kel Foster, Sassari con Ben Eze, ma anche BrIndisi potrebbe, in linea teorica, schierarsi con un nuovo play (in sostituzione di Massimo Bulleri, tornato a Cecina, in attesa della chiamata del prof. Lelli che lo sottoporrà ad intervento chirurgico, a Bologna).

Sul taccuino del general manager dell’Enel Basket. Alessandro Giuliani, di nomi, per quanto è possibile sapere, dovrebbero essercene diversi: Willie Deane, attualmente nelle file del Krasny Oktyabr, in Ucraina, americano con passaporto bulgaro; Nemanja Gordic, play bosniaco, tre anni fa alla Virtus Roma poi all’Azov Mariupol, Partizan e quest’anno all’Igokea; ma anche Eugene “Pooh” Jeter.

Giuliani continua a trattare tre playmaker molto importanti. Qualora uno dei tre accettasse, avrebbe un grande impatto sull’ambiente.

«Pooh» Jeter, americano con passaporto dell’Ucraina, e quindi nazionale dell’Ucraina di coach Mike Fratello, è impegnato in Cina e domenica qualora lo Shandong, la squadra per cui gioca, non acquisisse la possibilità di disputare i playoff potrebbe lasciare la Cina e trasferirsi in Italia. Ma va detto che «Pooh» Jeter (26 punti partita, 4,9 rimbalzi a gara), così come gli altri due, è uno che costa. Giuliani, però insiste e continua la sua marcia di avvicinamento, trattando con i rispettivi procuratori.

Facile rilevare che si cerca il degno sostituto di “Bullo”, non un giocatore qualsiasi, ma il play e meglio ancora l’uomo che si è messo al servizio della squadra. Chiunque arriverà dovrà calarsi in una realtà già consolidata e dovrà sottostare alle disposizioni di coach Piero Bucchi, il quale dovrà ingegnarsi nel calmierare la presenza in campo degli esterni, facendo in modo di non scontentare nessuno.

Detto del play, occorre dire che contro Venezia si prospetterà di nuovo il «problema» di Matteo Formenti il quale lamenta una seria contusione («edema da impatto»). In buona sostanza, nonostante il giocatore si stia sottoponendo ad una intensa terapia, difficilmente potrà essere della gara contro l’Umana.

È quindi, l’Enel scenderà in campo (nel numero degli uomini a disposizione e quindi nelle rotazioni) con lo stesso organico che sabato scorso ha affrontato la Montepaschi Siena. Tanto perché non è certo il momento di rischiare uno dei giovani. Lo stesso Martin Jurtom se buttato nella mischia (ma è solo un’idea) potrebbe rischiare di bruciare tutto il lavoro a cui si sta sottoponendo dal suo arrivo a Brindisi. L’unica speranza è che il giemme Giuliani riesca a chiudere una delle trattative in corso e consegnare a Bucchi il play.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400