Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 22:36

Calcio - Matarrese: «La B al sabato per esigenze finanziarie»

Il presidente della Lega: «Se i sindaci delle città sono in condizioni di pagarci il valore del campionato la domenica, siamo pronti a giocare la domenica». Circa il decreto Pisanu: «Chiederemo un incontro al ministro Amato per revisionare la legge sulla sicurezza negli stadi». Poi approva il comportamento della Juve
FIUMICINO (ROMA) - «Io sono affinché la domenica sia dedicata al calcio ma la Lega ha già stabilito: noi abbiamo delle esigenze finanziarie. Se i sindaci, insieme, sono in condizioni di pagarci il valore della Serie B la domenica, siamo pronti a giocare la domenica. Ma è un problema finanziario». Lo ha detto a Fiumicino il presidente della Lega Calcio, Antonio Matarrese, prima dell'incontro con il coordinamento dei primi cittadini contrari alla disputa delle partite della Serie B al sabato pomeriggio. «Io voglio aiutare i sindaci - ha aggiunto Matarrese - non dobbiamo andare ad un conflitto, non è il caso, ma bisogna vedere anche come si mette con la televisione».

In quanto al resto, «sono soddisfatto dell'incontro di oggi con i sindaci delle città con squadre di serie B: si è parlato tra persone responsabili. Chiederemo un incontro al ministro Amato per revisionare il decreto Pisanu sulla sicurezza negli stadi e da oggi si istituisce un tavolo di concertazione continuo tra la Lega e il coordinamento dei sindaci, sia per affrontare la questione del decreto sia per la richiesta dei sindaci di ricollocare le partite della serie B».

Poi Matarrese ha parlato della Juve commentando la decisione del cda della squadra bianconera di rinunciare al ricorso al Tar, rimanendo quindi nei confini della giustizia sportiva. «La Juventus ha fatto un gesto di grande eleganza sportiva e veramente fa ritrovare in noi lo stile Juventus, di grande prestigio: soffrire oggi per godere poi domani».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione