Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 08:26

Basket/Mondiale - Poker Italia. Lituania negli ottavi

Battuto anche Portorico (73-72), che esce dalla competizione. Gli azzurri, secondi nel loro girone dietro gli Usa, affronteranno i lituani sabato 26 agosto alle ore 6 italiane. Sarà la rivincita dopo la semifinale olimpica di Atene che gli azzurri vinsero 100-91. Coach Recalcati: «La solita bella Italia»
ITALIA-PORTORICO 73-72 (21-23, 38-43, 59-56)

Italia: Belinelli 7 (1/3, 1/7 da tre), Basile 3 (0/2, 1/4), Mancinelli 4 (2/2), Soragna 8 ((2/4, 0/1), Marconato 10 (3/5, 0/1), Mordente (0/4, 0/1), Pecile 7 (2/3, 1/2), Michelori 4 (1/2, 0/1), Rocca 10 (4/5), Di Bella 6 (1/4, 1/3), Garri 7 (0/1, 1/3), Gigli 7 (2/4, 1/2). All. Recalcati.
Portorico: Ramos 2 (0/1), Reyes 10 (4/6), Hatton ne, Arroyo 8 (2/8, 0/4), Apodaca 12 (4/5, 1/3), Dalmau ne, Ayuso 25 (5/9, 2/6), Latimer, Rivera (0/2), Narvaez ne, Lee 3 (0/1 da tre), Santiago 12 (2/4). All. Toro.
Arbitri: Zavlonas (Gre), Jovcic (Sem), Delgado (Ven).
Note - Tiri liberi: Italia 19/27, Portorico 26/34; tiri da tre punti: Italia 6/25, Portorico 4/14. Rimbalzi: Italia 36, Portorico 35. Uscito per 5 falli: 33'41» Reyes (62-64), 37'55» Rocca (73-68). Spettatori: 5.000.

SAPPORO (GIAPPONE) - E' poker. L'Italia saluta Sapporo con la quarta vittoria e, sebbene sul filo di lana, alla fine batte il Portorico (73-72) e si piazza al secondo posto del proprio girone eliminatorio, dietro soltanto agli Stati Uniti. Si conclude così la prima fase dei Mondiali, in cui l'Italia ha raccolto il massimo possibile (quella con gli Usa non conta) e si vola verso Saitama, con più certezze e con la consapevolezza di poter ancora migliorare. Gli azzurri battono ed eliminano i caraibici, che per il gioco degli scarti sono superati da Slovenia e dalla rediviva Cina, vittoriosa nell'ultimo match proprio contro gli sloveni, e sono costretti a tornare a casa. Adesso all'Italia agli ottavi tocca la Lituania, in un match dai tanti significati, soprattutto sarà la rivincita dopo la semifinale olimpica di Atene che gli azzurri vinsero 100-91 spalancandosi le porte della finale poi persa contro l'Argentina. E' ancora vivo il ricordo di quel match dominato dagli azzurri, che nei confronti di questa nazionale vanta 10 vittorie su 22 incontri (5 su 6 negli ultimi tre anni). Dopo Basile, Belinelli, Mordente, Soragna ed ancora Belinelli, oggi è toccato a Pecile (7 dei 14 punti dell'ultimo quarto sono i suoi) e Gigli (bene in difesa ed in attacco) salire alla ribalta e diventare protagonisti alla fine di un match ostico, difficile da interpretare e con la testa ancora piena dopo la sconfitta con gli Usa.
Hanno fatto bene anche altri comprimari come Marconato (finalmente, 10 punti), Mancinelli (preciso al tiro), Michelori e Rocca (top scorer con Marconato con 10 punti), mentre Belinelli, Di Bella e Basile hanno trovato poco spazio e Mordente, Soragna e Garri erano poco ispirati e si sono fatti vedere solo con alcune fiammate. Non era facile nè l'approccio, nè riuscire a mantenere alta la concentrazione dopo averlo fatto ieri in maniera asfissiante per quasi 40'. In più, di fronte gli azzurri si trovano una squadra che è molto motivata e che si gioca il secondo posto, ma che rischia anche l'eliminazione dal Mondiale. Gli azzurri, dopo aver conosciuto il risultato di Slovenia-Cina, sanno che comunque vada sono almeno terzi, ma come sempre giocano per vincere e per non lasciarsi sfuggire questa possibilità della seconda piazza. I portoricani hanno Arroyo che fin qui è stato la loro stella, hanno Ayuso che con il connazionale è micidiale in attacco, hanno Apodaca e Reyes che sono essenziale ed hanno una vecchia conoscenza del campionato italiano come Daniel Santiago (scudetto della stella a Varese). Insomma, un osso duro che ha confermato di esserlo sul parquet, malgrado Arroyo sia stato al di sotto della sufficienza. Ci ha pensato però Ayuso per tutto il match (alla fine 25 punti per lui), aiutato ora da Reyes (10), ora da Apodaca (12), ora da Santiago (12), a tenere sempre a galla la propria squadra che non ha mai permesso all'Italia di prendere il largo. Ne è venuta così fuori una gara spigolosa, giocata punto a punto, con gli arbitri ancora una volta al centro dell'attenzione per alcune decisioni dubbie.
L'avvio di match è portoricano con un 7-0 dopo 3' (9-4), al quale hanno prontamente risposto gli azzurri con un 11-0 in 3' (15-9): Michelori e Di Bella i protagonisti. Arroyo non è in giornata e si vede, così ci pensano Reyes e Ayuso a non perdere la confidenza con il canestro ed a permettere alla squadra di Toro di chiudere con un lieve vantaggio la prima parte di gara (21-23). Nel secondo quarto risulta ancora una lieve supremazia dei caraibici, che raccolgono punti un po' da tutti, mentre l'Italia è tenuta a galla dai 7 punti di Garri, sebbene un contropiede di Apodaca segni il +8 Portorico a 1' dall'intervallo (35-43). Una tripla di Belinelli permette di andare al riposo con uno svantaggio meno pesante (38-43) ed alla ripresa di gara è grand'Italia firmata Marconato, Basile e Gigli. Gli azzurri rimontano con un 8-2 in 2' (5 Marconato, 3 Basile con assist) e si portano avanti di 3 (51-48) grazie a 5 punti consecutivi del neo trevigiano, anche se Ayuso mette 8 punti di fila per la sua squadra e mantiene le distanze con l'Italia sopra di 3 al 30' (59-56) per merito di Soragna (7 per lui). Intanto, Recalcati aveva inserito Pecile e sembrava che da un momento all'altro dovesse arrivare il break decisivo. I portoricani, però, non mollano neppure un millimetro e così Pecile deve inventare alcuni canestri e spendersi in difesa per cercare di portare a casa il match.
L'Italia rimane sempre avanti, ma il Portorico non molla e con Ayuso e Santiago non sbaglia neppure un libero. Arriva più volte a -1 (61-60, 65-64) ed a -3 (69-66, 71-68), poi alla fine sull'ultima azione sbagliata dall'Italia (sul 73-72) tentano con Ayuso di vincere la partita, ma la palla si stampa sul ferro e la sirena manda tutti a casa.

«Abbiamo fatto tanti errori ma abbiamo vinto anche oggi. E' la solita bella Italia». Carlo Recalcati si gode la quarta vittoria della sua Italia che battendo il Portorico conclude il girone al secondo posto.
Nella partita in cui sono mancati Basile e Belinelli, gli azzurri hanno trovato Pecile. «Mancava solo Andrea, abbiamo avuto un nuovo protagonista - ha continuato il Ct azzurro - la squadra può anche sbagliare ma i ragazzi sono sempre pronti. Ieri abbiamo speso molto mentalmente contro gli americani. Non è facile mantenere a lungo la tensione».
Negli ottavi l'Italia affronterà la Lituania. «Non c'è differenza tra Lituania, Turchia e Grecia - conclude Recalcati - tra loro c'è molto equilibrio».
Lapidario il commento di Pecile: «Il meno è fatto...».

Questa la situazione finale del girone A dei Mondiali di basket

1^ GIORNATA (19 AGOSTO)
Venezuela - Libano 72-82
Serbia&Montenegro-Nigeria 75-82
Argentina - Francia 80-70

2^ GIORNATA (20 AGOSTO)
Nigeria - Venezuela 77-84
Libano - Argentina 72-107
Francia - Serbia&Montenegro 65-61

3^ GIORNATA (21 AGOSTO)
Argentina - Venezuela 96-54
Serbia&Montenegro - Libano 104-57
Francia - Nigeria 64-53

4^ GIORNATA (23 AGOSTO)
Nigeria - Argentina 68-94
Venezuela - Serbia&Montenegro 65-90
Libano - Francia 74-73

5^ GIORNATA (OGGI)
Serbia&Montenegro - Argentina 79-83
Libano - Nigeria 72-95
Francia - Venezuela 81-61

Classifica: Argentina 10 punti; Francia 6; Nigeria, Serbia&Montenegro, Libano 4; Venezuela 2.

QUALIFICATE: Argentina, Francia, Nigeria, Serbia&Montenegro.

Questa la situazione finale del girone B dei Mondiali di basket:

1^ GIORNATA (19 AGOSTO)
Germania - Giappone 81-70
Angola - Panama 83-70
Spagna - Nuova Zelanda 86-70

2^ GIORNATA (20 AGOSTO)
Giappone - Angola 62-87
Nuova Zelanda - Germania 56-80
Panama - Spagna 57-101

3^ GIORNATA (21 AGOSTO)
Angola - Nuova Zelanda 95-73
Germania - Spagna 71-92
Giappone - Panama 78-61

4^ GIORNATA (23 AGOSTO)
Spagna - Angola 93-83
Panama - Germania 63-81
Nuova Zelanda - Giappone 60-57

5^ GIORNATA (OGGI)
Angola - Germania 103-108
Nuova Zelanda - Panama 86-75
Giappone - Spagna 55-104

Classifica: Spagna 10 punti; Germania 8; Angola 6; Nuova Zelanda 4; Giappone 2; Panama 0.

QUALIFICATE: Spagna, Germania, Angola e Nuova Zelanda.

Questa la situazione finale del girone C dei Mondiali di basket

1^ GIORNATA (19 AGOSTO)
Brasile - Australia 77-83
Grecia - Qatar 84-64
Turchia - Lituania 76-74

2^ GIORNATA (20 AGOSTO)
Qatar - Brasile 66-97
Australia - Turchia 68-76
Lituania - Grecia 76-81

3^ GIORNATA (22 AGOSTO)
Lituania - Qatar 106-65
Grecia - Australia 72-69
Turchia - Brasile 73-71

4^ GIORNATA (23 AGOSTO)
Australia - Lituania 57-78
Qatar - Turchia 69-76
Brasile - Grecia 80-91

5^ GIORNATA (OGGI)
Australia - Qatar 93-46
Lituania - Brasile 79-74
Grecia - Turchia 76-69

Classifica: Grecia 10 punti; Turchia 8; Lituania 6; Australia 4; Brasile 2; Qatar 0.

QUALIFICATE: Grecia, Turchia, Lituania e Australia.

Questa la situazione finale del girone D dei Mondiali di basket

1^ GIORNATA (19 AGOSTO)
Portorico - Usa 100-111
Slovenia - Senegal 96-79
Cina - ITALIA 69-84

2^ GIORNATA (20 AGOSTO)
Senegal - Portorico 79-88
ITALIA - Slovenia 80-76
Usa - Cina 121-90

3^ GIORNATA (22 AGOSTO)
Portorico - Cina 90-87
ITALIA - Senegal 64-56
Slovenia - Usa 95-114

4^ GIORNATA (23 AGOSTO)
Senegal - Cina 83-100
Portorico - Slovenia 82-90
Usa - ITALIA 94-85

5^ GIORNATA (OGGI)
Slovenia - Cina 77-78
ITALIA - Portorico 73-72
Usa - Senegal 103-58

Classifica: Usa 10 punti; ITALIA 8; Slovenia, Cina e Portorico 4; Senegal 0.

QUALIFICATE: Usa, ITALIA 8, Slovenia e Cina.

Questo il quadro degli ottavi dei Mondiali di basket in corso in Giappone (tra parentesi l'ora locale, -7 ore in Italia)

Argentina - Nuova Zelanda (26 agosto, ore 10)
Turchia - Slovenia (26 agosto, ore 20)
Spagna - Serbia&Montenegro (26 agosto, ore 17)
ITALIA - Lituania (26 agosto, ore 13)
Grecia - Cina (27 agosto, ore 10)
Francia - Angola (27 agosto, ore 13)
Usa - Australia (27 agosto, ore 17)
Germania - Nigeria (27 agosto, ore 20)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione