Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 00:57

Bari, conto alla rovescia prossimi giorni decisivi

BARI - Avanti a fari spenti, fra un alone di mistero che non fa mai male e soprattutto garantisce la necessaria privacy. Gianluca Paparesta prosegue il suo lavoro di tessitura di una trattativa difficile, considerata situazione economica del club biancorosso. Prima di partire per Milano (fra oggi e domani), come di consueto avviene in ogni fine settimana visti gli impegni televisivi, il club manager ha avuto giornate baresi intense. I contatti con le due «cordate» vanno avanti, in attesa di poter trovare un punto d’incontro per poi dare mandato ai rispettivi studi legali
Bari, conto alla rovescia prossimi giorni decisivi
BARI - Avanti a fari spenti, fra un alone di mistero che non fa mai male e soprattutto garantisce la necessaria privacy. Gianluca Paparesta prosegue il suo lavoro di tessitura di una trattativa difficile, considerata situazione economica del club biancorosso. Prima di partire per Milano (fra oggi e domani), come di consueto avviene in ogni fine settimana visti gli impegni televisivi, il club manager ha avuto giornate baresi intense. I contatti con le due «cordate» vanno avanti, in attesa di poter trovare un punto d’incontro per poi dare mandato ai rispettivi studi legali.

Una trattativa cominciata in gran segreto qualche mese fa, sembra aver imboccato il rettilineo finale. Paparesta non ha mai nascosto l’esigenza di fare in fretta, di chiudere in un modo o nell’altro entro i primi 20-25 giorni di gennaio, in modo da sfruttare gli ultimi giorni del primo mese dell’anno per intervenire sul mercato qualora il cambio di proprietà diventasse realtà.

La settimana prossima, dunque, potrebbe essere quella decisiva. La sensazione, anzi, è proprio quella. Fra martedì e mercoledì tutto dovrebbe essere più chiaro.Giorni caldi attendono quindi Paparesta e probabilmente anche Antonio Matarrese, in verità già presente in qualche occasione agli incontri «italiani» con la cordata italiana.

Resta pure la pista straniera (russi? cinesi?), una strada più complicata da percorrere per ovvie ragioni logistiche. Ma Paparesta bene fa a tenere in piedi tutte le possibilità, nella speranza, sua e della tifoseria barese, di riuscire a concretizzare un passaggio di consegne che sarebbe vitale praticamente per il club. Fra qualche giorno bisognerà «coprire» la cifra Irpef, a metà febbraio bisognerà far fronte a stipendi e contributi. Il rischio di nuove penalizzazioni si agita di continuo come uno spettro.

La notizia completa sull'edizione della Gazzetta in edicola o scaricabile qui

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione