Cerca

Martedì 17 Ottobre 2017 | 13:33

Basket, a Brindisi oggi la sfida d'Italia

di FRANCO CASTELLANO
Arrivano a Brindisi i campioni d’Italia del Siena. Ed è il match clou di giornata. I toscani vogliono continuare la fuga. Richiesta ovvia, ma nel quartetto all’inseguimento c’è anche la New Basket Enel Brindisi. Ed il confronto è sul parquet del pala Pentassuglia. Si entra nel 13° turno della Serie A, senza dimenticare quanto accaduto nel 12°: sconfitte nel «Santo Stefano basket» Montepaschi Siena, Enel Brindisi, Banco di Sardegna Sassari, Vitasnella Cantù. Un primato negativo, una strana concomitanza, quasi a dimostrare la nuova «mentalità» della pallacanestro dei giganti. Campionato in grande equilibrio, in attesa degli sfoghi del Milano di Hackett
Basket, a Brindisi oggi la sfida d'Italia
FRANCO CASTELLANO

Arrivano a Brindisi i campioni d’Italia del Siena. Ed è il match clou di giornata. I toscani vogliono continuare la fuga. Richiesta ovvia, ma nel quartetto all’inseguimento c’è anche la New Basket Enel Brindisi. Ed il confronto è sul parquet del pala Pentassuglia. Si entra nel 13° turno della Serie A, senza dimenticare quanto accaduto nel 12°: sconfitte nel «Santo Stefano basket» Montepaschi Siena, Enel Brindisi, Banco di Sardegna Sassari, Vitasnella Cantù. Un primato negativo, una strana concomitanza, quasi a dimostrare la nuova «mentalità» della pallacanestro dei giganti. Campionato in grande equilibrio, in attesa degli sfoghi del Milano di Hackett.

Tornando a Brindisi, la compagine di vertice rende visita ad una delle seconde. Sfida col sapore del riscatto: i pugliesi provengono da due sconfitte consecutive; i toscani dal clamoroso flop interno con il Caserta. Con gli scudettati a Brindisi ecco Jeff Viggiano, circondato da Ress, Green, Cournooh, Carter, Nelson, Ortner, Rochestie, con Matt Janning in preallarme. In forse Hunter ancora alle prese con il risentimento muscolare all’inguine.

Ai suoi giocatori l’allenatore Marco Crespi chiede di ritornare all’aggressività difensiva, grande arma dei tricolori prima della debacle con Caserta.

Nella serale - avvio alle 20,30 con la diretta su Rai Sport 1 - l’Enel cerca di ritrovare la compattezza difensiva e la rapidità offensiva offerta nelle contese vincenti. Alle costanti certezze di Dyson dovrà aggiungere la continuità di gioco di James, Zerini, Snaer, Lewis, Campbell, Bulleri, Aminu, Todic, Formenti.

Derby delle matricole in quel di Ravenna, con l’arrivo del Basket Nord Barese. Appuntamento numero 14 per la DNA Adecco Silver. Acmar di coach Giordani quasi sempre la stessa da anni, quindi gruppo ben amalgamato. «Di certo - dice Giulio Cadeo, tecnico della Nord - abbiamo recuperato i giocatori infortunati, non li avremo in condizione perfetta, ma potrò disporre di più rotazioni. Ravenna è gruppo storico. Rivali e Amoni i più rappresentativi, con il duo Broglia-Bedetti da non sottovalutare. Al gruppo hanno aggiunto Cicognani, Foiera e l’italo statunitense Sollazzo. Credo sia una squadra quadrata, sicuramente da temere. A noi non mancherà lo spirito giusto per contrastarli».

Cus Bari sulla tracciata strada della gioventù. Tra infortuni (Didonna), cessioni (Monaldi al Reggio Calabria, tagli (Jovanovic), la gara di Ferrara, capolista della Silver, è da semaforo rosso. Esordio stagionale per l’under Alessandro Bernardi. «Incontriamo - spiega Francesco Raho, coach cussino - non solo la prima in classifica bensì la squadra che sviluppa il miglior gioco. Individualmente apprezzo il play Ferri, il pivot Benfatto, più la coppia straniera Mays-Jennings. Per quanto ci riguarda visto il nuovo riassetto di squadra dobbiamo cercare di dare il massimo delle nostre attuali possibilità».

È una domenica senza Bawer Matera. La compagine di Giovanni Benedetto giocherà domani sera alle 21 sul parquet del palaSassi contro l’Agrigento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione