Cerca

Si torna in campo nella serie B di calcio Alle 15 Bari-Spezia

BARI - Il Natale sì, ma fino a un certo punto. Archiviato l’amaro pareggio in terra padovana in casa Bari si sposta già il mirino. Oggi, infatti, la squadra biancorossa è attesa da un altro test severo. Al «San Nicola» (ore 15) sbarca lo Spezia, che dopo un mercato ambizioso ha dovuto fare i conti con difficoltà inaspettate che hanno portato al doloroso esonero di Giovanni Stroppa e all'arrivo di Devis Mangia
Si torna in campo nella serie B di calcio Alle 15 Bari-Spezia
BARI - Il Natale sì, ma fino a un certo punto. Archiviato l’amaro pareggio in terra padovana in casa Bari si sposta già il mirino. Oggi, infatti, la squadra biancorossa è attesa da un altro test severo. Al «San Nicola» sbarca lo Spezia, che dopo un mercato ambizioso ha dovuto fare i conti con difficoltà inaspettate che hanno portato al doloroso esonero di Giovanni Stroppa. 

Da quelle parti si è già voltato pagina. Sul ponte di comando c’è Devis Mangia, che ha cominciato benissimo battendo nettamente la sorpresa Lanciano. Una curiosità: Mangia è stato vicino a diventare l’allenatore del Bari, con Angelozzi c’era stata più di una chiachierata interessata. Poi saltò tutto e il diesse catanese virò su Vincenzo Torrente, che da queste parti ha fatto un gran bel lavoro. «Siamo rientrati dalla trasferta con il Cittadella con grande rammarico e vogliamo riscattarci contro lo Spezia perché in Veneto avremmo meritato la vittoria», l’attacco di Roberto Alberti. «Mancano due giornate alla fine dell’anno solare (il campionato di serie B si fermerà per un mese dopo la trasferta a Novara programmata per il 29 dicembre, ndr) e dobbiamo cercare di fare più punti possibile - ha aggiunto - stando attenti a non commettere errori contro una formazione come lo Spezia costruita per obiettivi più ambiziosi della lotta per la salvezza».

Lo Spezia ha cambiato allenatore. Via Stroppa, sul ponte di comando c’è Mangia. «Ho detto che parliamo di una squadra con valori tecnici importanti e costruita per vivere un campionato da protagonista ma è evidente che se finora non tutto è andato per il verso giusto, classifica alla mano, è ovvio che qualche problema ci sia. Ecco, il Bari dovrà giocare una grande partita e cercare di accentuare eventuali difficoltà dello Spezia».

Non mancano problemi in casa Bari. Dolorose le rinunce a Calderoni e Romizi, che a Cittadella hanno offerto un rendimento importante. Quasi certo il rilancio di Fossati nel terzetto di centrocampo anche se va tenuta in debito conto anche la candidatura De Falco. Dubbi anche sul versante sinistro della difesa. Alberti e Zavettieri devono decidere se schierare Polenta al centro e Chiosa esterno o viceversa. Per questioni di passo sarebbe, forse, preferibile che accanto a Ceppitelli ci sia ancora l’uruguaiano.

La sfida con lo Spezia sarà un amarcord per Enrico Guarna che, dopo un avvio incerto, sta dimosrando che chi lo considera tra i migliori due-tre portieri della serie B non si sbaglia. «Lì ho vissuto una stagione negativa - ha detto - ma se faremo risultato pieno non sarà una rivincita personale, ma un passo in avanti per il Bari».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400