Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 21:55

Calcioscommesse arresti e indagati eccellenti Coinvolti pure Bari e Lecce Le mani di mister X sul pallone

CREMONA - Altro blitz all’alba della polizia contro le scommesse clandestine nel calcio nell’ambito dell’inchiesta 'Last bet' partita dalla Procura di Cremona nel giugno del 2010. Quattro gli arresti: Salvatore Spadaro (detto 'Il vecchiò) e Francesco Bazzani sarebbero Mister X e Y. Nel mirino altre sei gare, in precedenza rimaste fuori dalle indagini, che coinvolgono squadre pugliesi: Bari-Cesena (finita 2-1) dell’11 maggio 2013, giocata nel campionato di serie B; Reggiana-Lecce (0-2) del 14 aprile, Lecce-Feralpi Salò (3-0) del 21 aprile, Sudtirol-Lecce (1-2) del 28 aprile, tutte dello scorso campionato di Lega Pro, insieme con Carrarrese-Barletta (1-2) e Avellino-Andria (4-0), entrambe giocate il 28 aprile. Si aggiungono alle partite già oggetto dell’indagine cremonese, relative al campionato di serie A 2010/2011, Bari-Livorno, Inter-Lecce, Brescia-Lecce, Milan-Bari (nella foto l'esultanza di Rudolf, autore del gol pugliese prima del pareggio di Cassano nella gara del 13 marzo 2011) e Genoa-Lecce. Tra gli indagati anche l'ex giocatore del Milan, Gennaro Gattuso, e l’ex giocatore della Lazio, Cristian Brocchi. Pm: continuano a fare come prima. Gip: rischio manipolazioni tornei in corso. Anche i Mondiali in Brasile nel mirino
Tifosi del Bari delusi tra inchieste e penalizzazioni
Calcioscommesse arresti e indagati eccellenti Coinvolti pure Bari e Lecce Le mani di mister X sul pallone
CREMONA - Altro blitz all’alba della polizia contro le scommesse clandestine nel calcio nell’ambito dell’inchiesta 'Last bet' partita dalla Procura di Cremona nel giugno del 2010. Stamane decine di agenti della squadra mobile di Cremona e del Servizio centrale operativo hanno eseguito in diverse città italiane alcune ordinanze di custodia cautelare firmate dal gip Guido Salvini e disposte dal pm Roberto di Martino.

Tra gli indagati l'ex giocatore del Milan, Gennaro Gattuso, e l’ex giocatore della Lazio, Cristian Brocchi. Nel mirino degli inquirenti ci sarebbero anche partite di Milan, Juventus e Lazio. Nell’operazione ci sono anche quattro ordinanze di custodia cautelare firmate dal gip Guido Salvini. Agli arresti sono finiti Salvatore Spadaro (detto 'Il vecchiò) e Francesco Bazzani (detto 'Civ' che faceva parte del gruppo di scommettitori bolognesi legatissimo a Beppe Signori – si contano 3000 telefonate tra i due -, avrebbe avuto contatti con Gattuso): sarebbero loro 'Mister X e Y'. I due, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, erano il collegamento tra il mondo delle scommesse clandestine, i giocatori e le società di calcio.

Dagli atti dell’inchiesta, risulta che Bazzani presenziava, per controllare l’evoluzione della competizione in rapporto alle scommesse, alle seguenti partite: Milan-Lazio dell’1 febbraio 2011, Chievo-Milan del 20 febbraio 2011, Milan-Bari del 13 marzo 2011, Lazio-Juventus del 2 maggio 2011. Per l’accusa, Bazzani avrebbe manipolato o tentato di manipolare, o comunque si sarebbe ingerito nell’attività diretta a manipolare Brescia-Lecce del 27 febbraio 2011, Milan-Bari del 13 marzo 2011, Sampdoria-Palermo del 15 maggio 2011.

Sei partite del 2013 giocate da squadre pugliesi nel mirino

Sei partite giocate da squadre pugliesi nella primavera 2013 rientrano nel nuovo filone d’indagine della Procura di Cremona che ha portato oggi all’arresto di quattro persone. Le presunte combine riguardano lo scorso campionato di serie B e di Lega Pro.

Secondo gli inquirenti cremonesi sarebbero state truccate Bari-Cesena (finita 2-1) dell’11 maggio 2013, giocata nel campionato di serie B; Reggiana-Lecce (0-2) del 14 aprile, Lecce-Feralpi Salò (3-0) del 21 aprile, Sudtirol-Lecce (1-2) del 28 aprile, tutte dello scorso campionato di Lega Pro, insieme con Carrarrese-Barletta (1-2) e Avellino-Andria (4-0), entrambe giocate il 28 aprile.

Queste sei nuove presunte combine si aggiungono alle partite già oggetto dell’indagine cremonese, relative al campionato di serie A 2010/2011, Bari-Livorno, Inter-Lecce, Brescia-Lecce, Milan-Bari e Genoa-Lecce. Ulteriori presunte combine pugliesi hanno poi riguardato diversi procedimenti per frode sportiva coordinati dalla Procura di Bari, giunti già a processo.

Sono dieci in tutto, tra calciatori in attività ed ex calciatori, i giocatori coinvolti nel nuovo filone d’indagine della procura di Cremona sul calcioscommesse.Oltre a Ringhio Gattuso e Cristian Brocchi, sono finiti sul registro degli indagati Claudio Bellucci, ex giocatore di Modena, Napoli, Bologna e Sampdoria, attualmente allenatore giovanile; Davide Bombardini, ex di Roma, Bologna, Atalanta e Albinoleffe; Leonardo Colucci, ex di Modena e Bologna attualmente allenatore giovanile; Lorenzo D’Anna, ex del Chievo oggi allenatore giovanile; Nicola Mingazzini, ex di Bologna e Albinoleffe, attualmente al Pisa; Claudio Terzi, giocatore del Siena; Samuele Olivi, ex di Salernitana, Piacenza e Pescara oggi al Grosseto; Fabrizio Grillo, giocatore del Siena.

Bazzani avrebbe intrattenuto contatti telefonici e personali, con giocatori o soggetti collegati alle squadre, in prossimità delle seguenti partite: Livorno-Albinoleffe del 21 gennaio 2011: contatti con Mingazzi e Bombardini dell’Albinoleffe dal 19 al 20 gennaio; – Modena-Ascoli del 22 gennaio 2011: contatti con Colucci del Modena il 20 gennaio; - Bologna-Lazio del 23 gennaio 2011 (3-2): contatti con Brocchi della Lazio il 22 e il 23 gennaio; - Brescia-Chievo del 30 gennaio 2011 (0-3): contatti con D’Anna, ex calciatore del Chievo, il 28 gennaio e l’1 febbraio; - Milan-Lazio dell’1 febbraio 2011 (0-0): contatti con Christian Brocchi della Lazio l’1.2.2011, il 25 gennaio del 2011 con Gattuso; - Chievo-Napoli del 2 febbraio 2011 (2-0); contatti con D’Anna; - Cagliari-Chievo del 13 febbraio 2011: contatti con D’Anna; - Modena-Crotone del 5 febbraio 2011: contatti con Colucci del Modena il 2 febbraio; - Modena-Reggina del 12 febbraio 2011 (1-2): contatti con Bellucci del Modena lo stesso giorno; - Triestina-Modena del 19 febbraio 2011 (2-2): contatti con Bellucci del Modena due giorni prima; - Albinoleffe-Padova del 19 febbraio 2011 (2-1): contatti con Mingazzi dell’Albinoleffe il 17 e il 18 gennaio; - Chievo-Milan del 20 febbraio 2011: contatti con GATTUSO e con D’Anna; - Pescara-Albinoleffe del 26 febbraio 2011(2-0): contatti con Bombardini e Mingazzini dell’Albinoleffe e Olivi del Pescara; - Modena-Siena del 26 febbraio 2011: contatti con Colucci e Bellucci del Modena e Terzi del Siena; - Empoli-Modena del 5 marzo 2011 (0-0): contatti con Bellucci del Modena il 3 e il 4 marzo; - Chievo-Parma del 6 marzo 2011: contatti con D’Anna l’1 e il 7 marzo; Milan-Bari del 13 marzo 2011 (1-1): contatti con Gattuso il 6 marzo e con l’amico Pipieri Salvatore - Sassuolo-Modena del 18 marzo 2011: contatti con Bellucci e Colucci del Modena il 15 e 17 marzo; - Modena-Pescara del 27 marzo 2011 (1-0): contatti con Bellucci del Modena il 24 e 27 marzo; - Livorno-Modena del 2 aprile 2011 (0-1): contatti con Bellucci del Modena il 29 e 30 marzo; - Albinoleffe-Grosseto del 22 aprile 2011: contatti con Bombardini; - Modena-Torino del 22 aprile 2011 (1-1): contatti con Bellucci il 20 e 22 aprile; - Cittadella-Modena del 30 aprile 2011 (1-1): contatti con Bellucci il 22 e il 27 aprile; - Lazio-Juventus del 2 maggio 2011 (0-1): contatti con Brocchi della Lazio il 2 maggio; - Modena-Grosseto del 7 maggio 2011(1-1): contatti con Bellucci il 3 e il 6 maggio; - Udinese-Lazio dell’8 maggio 2011 (2-1): contatti con il capitano della Lazio Stefano Mauri il 5 e il 7 maggio; - Varese-Modena del 14 maggio 2011 (3-0): contatti con Bellucci il 9 e il 12 maggio; - Milan-Cagliari del 14 maggio 2011 (4-1): contatti con Gattuso, Pipieri e Sebastiano Rossi, già portiere del Milan e allenatore della squadra Primavera, tra il 10 e il 13 maggio; - Siena-Varese del 23 maggio 2011 (5-0): contatti con Terzi del Siena il 18 e 20 maggio; - Novara-Modena del 29 maggio 2011 (2-3): contatti con Bellucci il 29 e il 30 maggio; - Albinoleffe-Siena del 29 maggio 2011 (1-0): contatti con Bombardini e Mingazzini dell’Albinoleffe dal 26 al 29 maggio e Terzi del Siena il 27 maggio.

Pm: continuano a fare come prima

"Io non faccio l’opinionista e non posso mettermi a pontificare. Certo siamo di fronte a un dato di fatto chiaro e cioè che nonostante gli arresti e le indagini buona parte di questi personaggi continuano a fare quello che facevano prima". Così il procuratore di Cremona Roberto De Martino risponde a chi gli chiede quanto sia ancora credibile il mondo del calcio. "Certo – aggiunge – non è che ci sono state grandi reazioni in Italia visto che le cose sono continuate come prima".

Francesco Bazzani e Salvatore Spadaro, due degli arrestati nell’ultima fase dell’inchiesta sul calcio scommesse "offrivano pacchetti di partite che venivano rivelate all’ultimo momento" e su cui potevano essere effettuate delle manipolazioni. "Se la proposta veniva accettata il dirigente" della squadra coinvolto nella frode "dava il via libera ai calciatori che solo in questo caso potevano lucrare" sulla partita truccata". Delle 16 perquisizioni effettuate oggi nell’ambito dell’inchiesta "alcuni hanno avuto esito positivi" e sono stati trovati "appunti che riguardano partite. La perquisizione non è una messa in scena ma ha finalità concrete: si può per esempio trovare materiale informatico che potrebbe dare dei riscontri a un dato iniziale che è quello del contatto telefonico tra due persone".

E' di 600-700 mila euro la cifra che Francesco Bazzani e Salvatore Spadaro, i due mister X arrestati nell’inchiesta sul Calcioscommesse, avrebbero chiesto per poter influire sulle partite. «La cifra – ha spiegato il procuratore di Cremona – comprendeva il compenso per l’intermediazione e il denaro che serviva per oliare dirigenti e calciatori». È di questa cifra che alcuni indagati parlano in intercettazioni telefoniche e che è riportata anche da alcuni testi.

Gip: rischio manipolazioni tornei in corso

Le partite che propongono Francesco Bazzani e Salvatore Spadaro i due Mister X dell’inchiesta cremonese sul calciosommesse, «riguardano prevalentemente la serie A, e cioè gli incontri più importanti, quelli che hanno consentito i maggiori lucri, quelli per i quali maggiormente è emersa l’assoluta 'chiusurà dei calciatori». Lo annota il gip di Cremona Guido Salvini nell’ordinanza che li ha portati in carcere. Secondo il giudice, "la gravità, l'importanza, il numero degli episodi loro contestati, ne evidenzia la pericolosità e cioè vi è il concreto pericolo che contribuiscano a ulteriori manipolazioni dei campionati in corso".

Per il giudice, "le somme che hanno maneggiato nel 2011, comprensive del denaro necessario a corrompere, sono state sempre dell’ordine di molte centinaia di migliaia di euro per partita". I loro rapporti, inoltre, "non sono soltanto con i calciatori, ma soprattutto con i dirigenti".

L'organizzazione che fa capo al singaporiano Tan Set Eng – arrestato nelle settimane scorse dalle autorità di Singapore e coinvolto nell’indagine italiana - progettava «a quanto sembra, un piano di interventi illeciti sui prossimi Campionati del Mondo che si svolgeranno in Brasile».

L'arresto di Tang Set Eng e altre 13 persone, scrive Salvini, "è il nuovo dato estremamente significativo che, seppur formalmente ancora ai margini della presente indagine, non può esser letto se non come una piena conferma degli elementi raccolti dall’autorità giudiziaria italiana e via via arricchitesi nel tempo in merito alla organizzazione transnazionale che dirigeva le mosse dei suoi inviati in Italia e rendeva possibile la corruzione dei giocatori di squadre anche sconosciute o pochissimo conosciute all’Estero".

Le accuse sono in base "a notizie di fonti aperte" e di "sintetiche relazioni" di polizia, dal momento che la rogatoria è stata inoltrata solo all’inizio di dicembre, la richiesta formale di rogatoria, "riguardano – scrive il gip – la manipolazione di un gran numero di partite in molto Paesi e ad altissimo livello, sino a progettare, a quanto sembra, un piano di interventi illeciti sui prossimi Campionati del Mondo che si svolgeranno in Brasile".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione