Cerca

Moto - Al Gp di Germania doppietta Italia con Rossi e Melandri

Valentino RossiOBERLUNGWITZ (Germania) - Si è concluso con un'eccezionale doppietta italiana il Gran Premio di Germania di Motociclismo riservato alla cilindrata regina, le motoGp, decimo appuntamento su diciassette del Mondiale 2006. Valentino Rossi ha infatti firmato una nuova, straordinaria impresa con la sua Yamaha, precedendo la Honda di Marco Melandri pur essendo ancora sofferente al polso e reduce da prove libere e da qualifiche irte di difficoltà, che lo avevano visto al via addirittura in terza fila e undicesima posizione.
Oggi però sul circuito del SachsenRing il pluricampopne iridato ha fatto suonare la riscossa ed è tornato al successo, imponendosi sul connazionale Melandri al termine del solito duello appassionante: sul traguardo i due centautri italiani sono piombati divisi soltanto da neanche 150 millesimi, l'uno con il tempo di 41'59248 e l'altro in 41'59393. Terzo gradino allo statunitense Nicky Haiden con un'altra Honda, staccato di 121 millesimi da Melandri. Poi lo spagnolo Daniel Pedrosa anch'egli su Honda, che pure era partito in pole position.

Solo per poco è mancata la tripletta tricolore: Loris Capirossi su Ducati si è piazzato quinto in 42'08012, a meno di mezzo secondo dal podio.
In classifica generale Rossi appare ormai in piena rimonta, e tallona adesso Hayden al secondo posto con 143 punti contro i 169 dell'americano. Pedrosa terzo a 140, Melandri quarto a 134 e Capirossi quinto a 118. Solo tredicesimo uno dei più accaniti rivali del pesarese, l'altro spagnolo Sete Gibernau della Ducati, che di punti ne ha 52; oggi Gibernau ha colto comunque un discreto ottavo posto.

«Ieri per la prima volta in due anni e mezzo ho dubitato della moto. Ed effettivamente abbiamo fatto troppa fatica nelle qualifiche. Ma oggi le devo chiedere scusa...». Ha detto Valentino Rossi parlando a caldo ai microfoni di 'Italia 1'. Un attimo dopo si è girato verso la sua gialla Yamaha e le ha detto «Scusa...». Poi il campione del mondo ha osservato: «Abbiamo fatto una grande lotta con Melandri, siamo stati i veri protagonisti». E al padre Graziano ha detto: «Hai visto come facevo il curvone?».
Il pilota italiano ha festeggiato il successo facendo un giro del circuito tedesco con la maglia azzurra di Marco Materazzi.

Quella di oggi è stata la quarta vittoria stagionale per Valentino Rossi, che si era già imposto in Qatar, al Mugello e a Barcellona. Con questo successo (l' 83/o in carriera ed il 57/o nella classe regina) - raggiunto partendo dall' 11/o posto in griglia di partenza - il campione del mondo è salito al secondo posto nella classifica generale del mondiale dopo 10 prove e quando ne mancano sette alla fine della stagione. Ora Rossi (143 punti) ha 26 lunghezze di ritardo nei confronti del leader Hayden (169 punti). Melandri e Capirossi sono rispettivamente quarto e quinto alle spalle di Pedrosa.

L'ordine d'arrivo del Gran Premio di Germania classe MotoGp, corso sul circuito di Sachsenring.

1. Valentino Rossi (Ita) Yamaha 41'592248

2. Marco Melandri (Ita) Honda 41'59393

3. Nicky Hayden (Usa) Honda 41'59514

4. Dani Pedrosa (Spa) Honda 41'59555

5. Loris Capirossi (Ita) Ducati 42'08012

6. Shinya Nakano (Gia) Kawasaki 42'08395

7. Chris Vermeulen (Aus) Suzuki 42'15856

8. Sete Gibernau (Spa) Ducati 42'15896

9. Carlos Checa (Spa) Yamaha 42'16345

10. John Hopkins (Usa) Suzuki 42'17034

11. Toni Elias (Spa) Honda 42'26673

12. Colin Edwards (Usa) Yamaha 42'28556

13. James Ellison (Gbr) Yamaha 43'01277

14. Josè Luis Cardoso (Spa) Ducati 43'19245.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400