Cerca

Brindisi batte Pistoia (ma non convince)

BRINDISI – Brindisi vince di otto punti (68-60) contro Pistoia e resta in testa alla classifica di Lega A di basket, ma la squadra soffre e non convince. La brutta prestazione, nonostante il risultato, non anima l’entusiasmo dei tifosi del PalaPentassuglia. All’avvio sblocca il punteggio una tripla di Lewis. Poi con un canestro di Wanamaker e una schiacciata di Jonhson, Pistoia va in vantaggio (3-4). Il punteggio resta fermo fino al sesto minuto, quindi James con una schiacciata e un tiro libero aggiuntivo porta Brindisi al pareggio (6-6). Snaer segna il canestro del sorpasso (8 -6). Pistoia insegue e riesce a riportarsi avanti. Si chiude sul 13-15
Brindisi batte Pistoia (ma non convince)
BRINDISI – Brindisi vince di otto punti (68-60) contro Pistoia e resta in testa alla classifica di Lega A di basket, ma la squadra soffre e non convince. La brutta prestazione, nonostante il risultato, non anima l’entusiasmo dei tifosi del PalaPentassuglia.

All’avvio sblocca il punteggio una tripla di Lewis. Poi con un canestro di Wanamaker e una schiacciata di Jonhson, Pistoia va in vantaggio (3-4). Il punteggio resta fermo fino al sesto minuto, quindi James con una schiacciata e un tiro libero aggiuntivo porta Brindisi al pareggio (6-6). Snaer segna il canestro del sorpasso (8 -6). Pistoia insegue e riesce a riportarsi avanti. Si chiude sul 13-15.

Secondo quarto di assoluta parità, con 16 punti per parte. La difesa a zona della neopromossa Pistoia infastidisce i padroni di casa, imprecisi al tiro. Gli ospiti mettono la freccia e lasciano Brindisi ferma a 13 punti, segnandone sette di fila. A sei secondi dall’intervallo lungo, il possesso è di Brindisi ma lo vanifica Zerini che sbaglia un tiro da tre. Il finale è 29 a 31. Ad avvio di terzo quarto Brindisi alza il passo, ma Pistoia ribatte colpo su colpo. Moretti a due minuti e mezzo dalla fine si becca un fallo tecnico, Bulleri coglie al volo l’opportunità per il primo break: +4 (46-42) e palla in mano, che lo stesso capitano trasforma in tripla (+7). E’ la svolta del match, che sveglia il pubblico dal torpore. Poi però l’arbitro inventa un fallo antisportivo a Zerini, che trattiene Washington. Ancora confuso l’ultimo quarto, con numerosi errori tanto per Brindisi quanto per Pistoia. Migliora però la difesa dei biancoazzurri e piovono le contestazioni per gli arbitri. A 1'40" dalla sirena, Snaer infila la tripla del +10 (65-55). L’Enel porta a casa i due punti, ma coach Bucchi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400