Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 15:45

Calcio/Mondiali - A Dortmund il 4 luglio sarà Italia - Germania

La Nazionale azzurra in semifinale, con un rotondo 3-0 sull'Ucraina, nella partita dei quarti di finale ad Amburgo. Hanno segnato Zambrotta al 6' del primo tempo e Toni al 14' e al 24' del secondo tempo. Il ct Marcello Lippi nel commento dopo - partita dedica questa vittoria a Pessotto, in gravi condizioni dopo il tentato suicidio a Torino
ITALIA-UCRAINA 3-0 (1-0 dopo il 1° tempo)

• ITALIA (4-4-1-1): Buffon 7.5, Zambrotta 8, Barzagli 6.5, Cannavaro 7.5, Grosso 6.5, Camoranesi 6.5 (23' st Oddo sv), Pirlo 6 (23' st Barone sv), Gattuso 6.5 (32' st Zaccardo sv), Perrotta 6, Totti 7, Toni 8. (12 Peruzzi, 7 Del Piero, 11 Gilardino, 18 Inzaghi, 15 Iaquinta, 14 Amelia). All. Lippi 7.
• UCRAINA (4-2-3-1): Shovkovskyi 5, Sviderskyi 5 (20' pt Vorobey 6), Rusol 5 (46' pt Vashchuk 5.5), Nesmachniy 5.5, Gusev 5, Tymoshuk 5, Shelayev 5, Gusin 6.5, Kalinichenko 6, Milevsky 5.5 (29' st Belik sv), Shevchenko 5.5. (12 Piatov, 23 Shust, 3 Iatsenko, 5 Yezerskyi, 13 Chygrynskiy, 11 Rebrov, 18 Nazarenko, 21 Rotan, 10 Voronin). All. Blokhin 5.5.
• Arbitro: De Bleeckere (Belgio) 6.
• Reti: nel pt 6' Zambrotta, nel st 14' e 24' Toni.
• Recupero: 2' e 2'
• Angoli: 3 a 1 per l'Ucraina.
• Note: ammoniti Milevskyi, Sviderskyi e Kalinichenko per gioco falloso

*** I GOL
• 6' pt: Zambrotta lancia il triangolo, Totti lo chiude di tacco ed il terzino entra in profondità fino al limite dell'area: il suo sinistro rasoterra passa tra le gambe di Rusol e sorprende sul primo palo il portiere Shovkovskyi, che sfiora appena.
• 14' st: al primo angolo, Totti scambia con Grosso e mette di destro sul secondo palo: Cannavaro non ci arriva, Toni in tuffo infila in rete ed esulta per la prima volta al Mondiale, con la solita mano che "gira" l'orecchio.
• 24' st: Grosso lancia Zambrotta in posizione d'ala, l'azzurro entra in area tra due difensori e mette al centro: Toni è piazzato per il sinistro a porta vuota.

Luca Toni AMBURGO - La partita perfetta: 3-0 all'Ucraina e l'Italia arriva alla semifinale di Dortmund contro la Germania. Lippi dà fiducia a Totti e Toni, tiene in panchina Gilardino per aggiungere Camoranesi a centrocampo. Il Ct voleva una squadra equilibrata ed è andato per la sua strada, senza sentire discorsi di tridenti o uomini fuori ruolo. Il campo gli ha dato ragione, questa squadra ha carattere, gioco e quel pizzico di fortuna che non guasta. Fortuna che si concretizza al 6' quando Zambrotta scocca un tiro da fuori teso, rasoterra e preciso nell'angolino alla sinistra del portiere ucraino Shovkoloskyi. L'Ucraina resta in balia degli azzurri fino alla mezz'ora quando torna pericolosa su azione di Shevchenko. Gli azzurri tengono bene e continuano a proporsi in avanti con Pirlo e Gattuso.
Nella ripresa, l'Ucraina aumenta la pressione: al 49', Barzagli in affanno respinge male di stinco e rischia l'autogol. Passa un Minuto e Buffon salva la porta su colpo di testa di Husin, finendo per dare una testata al palo a sua volta. Ucraini vicini al pareggio al 58': Buffon devia il tiro di Gusev, poi Zambrotta salva sulla linea su conclusione di Tymoschuk. Sembra maturo il pareggio dei gialli di Blokhin e arriva il raddoppio azzurro. Minuto 59, corner corto per Totti.
Cross su Toni che in tuffo segna il suo primo gol al mondiale.
Ancora sessanta secondi e la traversa salva Buffon su colpo di testa di Husin. L'Ucraina ci crede ancora, ma al 69' arriva il terzo gol azzurro. Ancora Luca Toni: Zambrotta sfonda a sinistra, mette al centro e il capocannoniere della serie A piazza di piatto in porta. Il morale degli ucraini è a terra. C'è ancora un po' di lavoro per Buffon, ma siamo nell'ordinaria amministrazione. Da ora si pensa al 4 luglio, Dortmund semifinale con la Germania.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione