Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 05:40

Calciopoli - Il processo slitta a lunedì

L'inizio del dibattimento del giudizio in sede sportiva inizierà il 3 luglio. La Commissione federale ha accolto la richiesta dei difensori, i quali non avevano potuto leggere tutti i documenti dell'accusa
Stadio Olimpico ROMA - Il processo sportivo allo stadio Olimpico sullo scandalo di "calciopoli" è stato rinviato al 3 luglio. La Commissione di appello federale ha accolto la richiesta dei difensori dei 26 tesserati deferiti e delle quattro società di calcio, Juventus, Fiorentina, Lazio e Milan che chiedevano di avere più tempo per esaminare gli atti del processo. I giudici, inoltre, hanno ammesso a partecipare al procedimento le società Bologna, Treviso, Lecce, Messina e Brescia come terze interessate.

«Ci rivediamo lunedì, il programma non è fisso. L'unico elemento fisso è la meta: dobbiamo puntare alla giustizia». Sono le parole con cui Cesare Ruperto, presidente della Commissione d'appello federale, ha comunicato il rinvio dell'apertura del dibattimento alle 9.30 di lunedì 3 luglio. «Definiremo i tempi con calma e ragionevolezza - ha detto Ruperto -. Seguiremo orari e ritmi ragionevoli. Ogni 90' ci sarà una pausa: chi vorrà, fumerà una sigaretta. Quando avremo un quadro preciso, stileremo un programma preciso. In aula verrà ammesso un solo avvocato difensore per ciascun soggetto. I legali potranno essere sostituiti e potranno esserci alternanze. Sono ammesse al dibattimento Brescia, Lecce, Bologna, Treviso e Messina che hanno interesse diretto a partecipare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione