Cerca

Calcio/Mondiale - De Rossi, decisione entro venerdì

La Commissione Disciplinare della Fifa renderà noti i provvedimenti a carico dell'azzurro, espulso per la gomitata a Mc Bride. Rientrato l'allarme per Iaquinta, che durante l'allenamento ha poggiato male la mano dopo essere caduto. Si temeva una frattura al pollice sinistro, poi esclusa dopo un esame
FRANCOFORTE (GERMANIA) - La Commissione Disciplinare della Fifa vuole rendere noti «il 23 giugno, ma forse anche prima» i provvedimenti a carico dell'azzurro Daniele De Rossi, espulso per la gomitata a Mc Bride, e degli americani Mastroeni e Pope. Lo ha ufficializzato il portavoce della Federcalcio mondiale Markus Siegler. «Non c'è fretta di farlo - ha detto Siegler - perchè tanto questi giocatori avrebbero comunque dovuto saltare un turno per squalifica automatica. E poi vogliamo ricevere le loro spiegazioni».
Siegler ha poi annunciato il deferimento agli organi disciplinari Fifa anche dell'australiano Kewell, che non è stato espulso ieri contro il Brasile, ma si è reso colpevole di aver ripetutamente insultato l'arbitro Merk a fine partita. Kewell ha tempo fino a domani sera per presentare una memoria difensiva.
Il capo delegazione azzurra Giancarlo Abete torna sull'argomento. «Il giocatore parlerà oggi con Lippi, ieri il ragazzo e il ct si sono presi una pausa di riflessione ma credo che oggi ci sarà il confronto annunciato ieri dallo stesso Lippi. La decisione della Fifa è prevista per il 23 noi tra oggi e domani manderemo la lettera del ragazzo che sarà firmato dallo stesso De Rossi e da me in qualità di capo delegazione. Nel giocatore c'è amarezza e mortificazione ma come ho detto ieri non bisogna farne un capro espiatorio per tutti i mali del nostro calcio. Ricordiamoci che De Rossi nell'ultimo campionato ha avuto valutazioni positive in occasione di quel gol realizzato con la mano, fu lo stesso giocatore a dire all'arbitro che aveva commesso fallo».

C'è anche una buona notizia. Nessuna frattura per Vincenzo Iaquinta. L'attaccante dell'Udinese è stato sottoposto a una radiografia stamattina all'ospedale di Duisburg, dopo esser caduto a terra durante l'allenamento riportando una forte distorsione al pollice sinistro. Il giocatore ha poggiato male la mano, nel tentativo di parare il tonfo a terra, e il dito si è storto.
L'esame clinico ha escluso la frattura, ma nel pomeriggio il giocatore sarà sottoposto a un'ecografia per valutare l' entità della lesione capsulare, ovvero del tendine. Iaquinta, ha spiegato il medico azzurro, prof. Castellacci, può giocare con una bendatura rigida alla mano. Il tutore, che usa da stamani dopo l'infortunio, non è invece vietato dalla Fifa durante le gare ufficiali.
Gli azzurri, dopo un breve riscaldamento, hanno cominciato una partitella a mezzo campo sette contro sette. Lippi ha dato le pettorine rosse a Materazzi, Zaccardo, De Rossi, Camoranesi, Inzaghi e Totti, con Amelia tra i pali. Dall'altra parte Peruzzi con Oddo, Barone, Gattuso, Barzagli, Grosso e Del Piero. A parte si allenano Gilardino, colpito duro alla caviglia sabato, e Zambrotta. Fermo Perrotta, che deve recuperare dal forte colpo al nervo sciatico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400