Martedì 14 Agosto 2018 | 21:12

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Calcio/Serie C2 - L'Andria smentisce il crac finanziario

È in difficoltà per l'iscrizione, ma «si è fatto abuso di termini impropri riguardo alla situazione societaria - è spiegato in una nota -. La terminologia utilizzata su alcuni quotidiani è priva di ogni fondamento. Il presidente Attimonelli preannuncia il suo impegno nella ricerca di soluzione»
ANDRIA (BARI) - L'Andria Bat è in difficoltà per l'iscrizione alla serie C2, ma è società finanziariamente sana: la precisazione è stata affidata ad un comunicato che smentisce «voci di possibili crac». «Si è fatto abuso di termini impropri quali fallimento e crac riguardo alla situazione societaria - è spiegato nella nota - la terminologia utilizzata su alcuni quotidiani, è impropria e priva di ogni fondamento. La società attualmente non ha problemi economici, i conti sono in ordine e i progetti restano appetibili. Il disimpegno dei soci uscenti, Confalone e Di Noia, ha certamente creato non pochi problemi per il prosieguo del progetto iniziale della società, ma questo non deve indurre nessuno a pensare o a supporre che la società abbia problemi di natura economica. La società è solida e nel corso degli ultimi mesi numerosi attestati di stima sono giunti dagli organi di controllo, la Covisoc e dalla Lega Calcio di Serie C».
«Quindi - prosegue la nota - l'impegno del presidente Gianni Attimonelli, che sta cercando in tutte le maniere di ricomporre e/o integrare la compagine societaria, non deve essere intaccato da notizie che possano essere fuorvianti per eventuali imprenditori che decidano di entrarne a far parte, e in tal senso si diffida chiunque a farlo. Inoltre, chiunque sia interessato a prendere contatti con il presidente e la società, potrà trovare degna assistenza anche da parte del collegio sindacale».
Stamattina all'assemblea dei soci non è avvenuto l'atteso ripensamento dei dimissionari, ma Attimonelli preannuncia il suo impegno «incessante, nella ricerca di soluzioni che consentiranno di continuare il cammino di questa giovane e interessante società».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Foggia batte Cerignola 2-0nell'amichevole allo Zaccheria

Foggia batte Cerignola 2-0
nell'amichevole allo Zaccheria

 
Il Bari va diritto su CastoriLa panchina il punto chiave

Il Bari va diritto su Castori: la panchina è il punto chiave

 
Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Atletica, la pugliese Palmisano

Bronzo per la pugliese Antonella Palmisano nella 20 km di marcia

 
Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

 
Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

 
Galli vira sul nuovo Bari«Il mio progetto per ripartire»

Galli vira sul nuovo Bari: «Il mio progetto per ripartire». E il 26 si gioca col Bitonto

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS