Cerca

L'Italia ha una speranza: recuperare Nesta

Ce la può fare a essere in campo contro il Ghana. Dei tre infortunati azzurri, oltre a lui ci sono Zambrotta e Gattuso, il difensore del Milan è quello che ha più probabilità di giocare lunedì a Hannover. Lo sottolinea il ct, che tiene a ribadire «la situazione di Totti è diversa e riguarda la condizione di forma»
DUISBURG - Alessandro Nesta ce la può fare a recuperare per la partita d'esordio azzurra contro il Ghana. Dei tre infortunati azzurri, oltre a lui ci sono Zambrotta e Gattuso, il difensore del Milan è quello che ha più probabilità di giocare lunedì ad Hannover. Lo sottolinea il ct Marcello Lippi, che tiene a ribadire «la situazione di Totti è diversa e riguarda la condizione di forma, lui dall'infortunio ha recuperato. Comunque io non mi piango mai addosso, figuriamoci al mondiale che per me significa magia».
Duisburg, 8 giu. - «Non sono arrabbiato e non mi metto a piangere per il fatto di avere alcuni giocatori infortunati.
Non serve a niente fasciarsi la testa prima. Voglio trasmettere ai miei giocatori la più grande fiducia e tranquillità immaginabile». E Alessandro Nesta, in particolare, potrebbe farcela a scendere in campo lunedì prossimo per l'esordio Mondiale. Lo ha detto il commissario tecnico della Nazionale Marcello Lippi durante la conferenza stampa che ha tenuto a casa azzurri subito dopo il primo allenamento della Nazionale che si è svolto al centro sportivo MSV di Duisburg. «Penso solo a concentrarmi in vista della partita con il Ghana, punto a recuperare al meglio i miei giocatori, naturalmente quelli infortunati, e a condurre il più in alto possibile la squadra - ha aggiunto Lippi -. Le scelte definitive in vista del primo ed importantissimo incontro le farò domenica o al massimo lunedì mattina». Ai giornalisti che inserivano nella 'rosà dei giocatori infortunati anche Francesco Totti, Lippi ha risposto che «Francesco è un giocatore recuperato. Quindi gli infortunati non sono quattro ma tre (Zambrotta, Nesta e Gattuso)». (AGI) Mld/Bre (Segue) 081454 GIU 06
MONDIALI: NESTA RECUPERABILE, LIPPI "NON MI DISPERO" (2) (AGI) - Duisburg, 8 giu. - Lippi, riferendosi al suo carattere, ha detto di «avere avuto mille difetti ma come allenatore ho sempre cercato di trovare il positivo in una situazione negativa, soprattutto quando si è fatto male qualcuno. Ho sempre cercato di far sentire tutti i miei giocatori importanti». Riferendosi poi alle polemiche scoppiate in seguito alla mancanza di «contatto» fra i giocatori della Nazionale ed i tifosi accorsi ieri a salutarli al loro arrivo a Duisburg, Lippi ha detto di non voler assolutamente «blindare la Nazionale. Ieri siamo arrivati all'aeroporto e ci hanno preso in consegna otto macchine della polizia e otto moto. Ci hanno detto di seguirli e così abbiamo fatto. Dopo cena i giocatori si sono concessi ai tifosi e francamente non ho visto gente scontenta».
Rispondendo ad una domanda da parte di un giornalista straniero a proposito dello scandalo sul calcio che in questi giorni sta interessando l'Italia, Lippi ha detto che «l'ambiente azzurro è sereno e tranquillo. Per 15 giorni finchè eravamo in Italia abbiamo anche parlato del problema ma ora, qui in Germania, vogliamo solo parlare di mondiale».
E a questo proposito Lippi ha detto che si aspetta un torneo particolarmente equilibrato dal momento che non sono diminuite a livello di rendimento le potenzialità delle grandi squadre ma sono aumentate invece quelle delle nazioni che erano più indietro. «Penso quindi che l'equilibrio la farà da padrone - ha spiegato il ct - e mi auguro che i protagonisti di questo mondiale siano quelli che la gente si aspetta e cioè, grandi calciatori come Totti, Del Piero, Henry e Ronaldinho.
Per noi ora è importante fare molto bene con il Ghana. Il team africano è molto dotato tecnicamente e individualmente ha 4 o 5 giocatori di ottimo livello».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400