Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 07:18

Lippi prova anche soluzioni alternative

Schierato in allenamento un centrocampo a quattro (Camoranesi, Pirlo, De Rossi e Gattuso) e due punte (Toni e Gilardino). Nella stessa formazione, la probabile difesa dell'esordio (Oddo, Materazzi, Cannavaro e Grosso). Provato anche un centrocampo a tre (Camoranesi, De Rossi e Perrotta) più Totti
ROMA - Marcello Lippi si cautela, e fa qualche esperimento in più in vista di Italia-Ghana. Nell'allenamento del pomeriggio a porte chiuse il ct ha un po' mischiato le carte alternando spesso le pettorine ai giocatori azzurri divisi in due gruppi. Ma quando nella seconda parte dell'allenamento ha fatto disputare una partitella a mezzo campo con i portieri, ha provato due formule tattiche diverse, con e senza Totti.
Nella prima parte Lippi ha schierato un centrocampo a quattro, composto dalla destra da Camoranesi, Pirlo, De Rossi e Gattuso. Davanti le due punti Toni e Gilardino. Nella stessa formazione anche la probabile formazione titolare dell'esordio (Oddo, Materazzi, Cannavaro e Grosso). Dopo aver interrotto la partitella, pur lasciando Buffon e Peruzzi tra i pali, rispettivamente tra titolari e riserve, Lippi ha schierato contro la difesa titolare un centrocampo a tre (Camoranesi, De Rossi e Perrotta) e il tridente con Totti dietro a Gilardino e Toni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione