Cerca

Azzurri avvisati: il Ghana rifila tre reti alla Corea del Sud

La conferma dei progressi della nazionale africana è giunta nell'amichevole svolta ad Edimburgo (3-1). Subito in evidenza i giocatori migliori: la punta del Modena Asamoah, tutto guizzi e velocità, Muntari, l'armadione dell'Udinese, ed Essien, il mister 38 milioni di Roman Abramovich del Chelsea
ROMA - Il Ghana comincia a fare sul serio e manda un messaggio chiaro e forte all' Italia di Marcello Lippi, che tra una settimana affronterà le Stelle Nere nel suo debutto Mondiale.
La conferma dei progressi della nazionale africana è giunta ieri, nell'amichevole svolta ad Edimburgo, in cui i ghanesi hanno rifilato tre gol alla Corea del Sud (3-1), spolverando subito il pedigree dei suoi giocatori migliori: la punta del Modena Asamoah, tutto guizzi e velocità, Muntari, l'armadione dell'Udinese, ed Essien, il mister 38 milioni di Roman Abramovich, hanno messo subito la loro firma e hanno dimostrato che un po' di ritiro non fa mai male.
Il Ghana, infatti, dopo il pareggio per 1-1 con la Turchia e la vittoria per 4-1 sulla Giamaica, è stato rinchiuso per una settimana in un centro di benessere e della salute dalle parti di Leicester, in Inghilterra. E il risultato si è visto: niente telefonini, niente stampa, dieta rigida, poche distrazioni ed ecco la squadra bella e pronta a 'graffiarè per l' esordio del prossimo 12 giugno ad Hannover contro l'Italia.
Il tecnico Dujkovic sembra volare basso, ma è cosciente della forza della sua squadra: «Penso che l'Italia sia la favorita del girone, per il secondo posto però ci siamo anche noi», ha più volte ripetuto il ct negli ultimi giorni. Contento per i risultati che cominciano ad arrivare il tecnico serbo si gode il suo momento: «La squadra comincia a seguirmi ha aggiunto Dujkovic vogliamo vivere questo sogno fino in fondo». E' bastata una cura, diciamo ricostituente, per rimettere in forma la squadra, che ha passato davvero un anno difficile, con la delusione in coppa d'Africa ed un periodo di tre mesi e mezzo senza una vittoria.
I successi con Giamaica (4-1) e Corea dimostrano che le Stelle Nere hanno ritrovato feeling soprattutto con il gol che sembrava essere il vero problema di questa squadra. Ma la situazione non è tutta rose e fiori come appare al di fuori. Il tecnico serbo Dujkovic viene infatti da una settimana difficilissima, la scorsa, in cui ha rischiato di essere cacciato dalla panchina ghanese per aver detto ad un giornale tedesco che «la mancanza di disciplina è il più grande problema degli africani neri del calcio». Un vero e proprio autogol per il ct serbo che si è messo contro l'intero paese, che lo ha accusato di essere un razzista. L'intervista ha scatenato l'ira della gente ghanese, pronta a chiederne le dimissioni immediate. E Dujkovic ha avuto un bel da fare per evitarsi il marchio d'infamia e riuscire in qualche modo a salvare il posto.
Ma non è tutto qui. C'è un'altra vicenda che rischia di creare grossi problemi al tecnico: è quella del romanista Kuffour, ieri non impiegato, ufficialmente per dare una chance ad Iliasu. In realtà per Kuffour c'è aria di bocciatura in vista dei Mondiali. E' noto che tra i due non corre buon sangue e questa situazione rischia di scoppiare tra le mani del tecnico proprio alla vigilia dell'esordio Mondiale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400