Cerca

Motomondiale - Rossi-Capirossi, spettacolo nel GP d'Italia

Mugello in festa per la vittoria di Valentino nella classe regina. Ma festa grande anche per la gara di Loris su Ducati, secondo alle spalle del pilota della gialla Yamaha e ora nuovamente leader della MotoGP. Prima vittoria stagionale di Pasini tra le piccole ottavo di litro. Lorenzo vince nella 250
SCARPERIA - Mugello in festa per la vittoria di Valentino Rossi nel GP d'Italia, la sua 55.a nella classe regina, secondo di tutti i tempi dietro a Giacomo Agostini, fermo in vetta a quota 68. Ma festa grande anche per la grande gara di Loris Capirossi, secondo alle spalle del pilota della gialla Yamaha e ora nuovamente leader della MotoGP.
Festa grande anche per la prima vittoria stagionale di Mattia Pasini tra le piccole ottavo di litro, un successo al photofinish ai danni del compagno di team e leader della classifica Alvaro Bautista. Il tricolore non svetta alto solo nella prova della classe 250 cc. dove torna al successo lo spagnolo Jorge Lorenzo; ma sul podio ci sono anche il sanmarinese Akex De Angelis, per una doppietta Aprilia, ed il forlivese Andrea Dovizioso con la Honda Humangest Racing che, resta leader della graduatoria iridata.
L'ultima gara in programma della giornata è stata quella della MotoGP, la più attesa con tre italiani, Rossi, Capirossi e Melandri sicuri protagonisti, ma anche con una Ducati stratosferica visto che in pole c'era Sete Gibernau davanti a Loris ed alla Camel Yamaha di Valentino. Al via, parte bene lo spagnolo, mentre il suo compagno di squadra perde posizioni. Capirossi, però, rientra nel gruppo di testa già al 6.o giro, due tornate dopo spaventoso volo per la Honda del team LCR di Casey Stoner. La moto sale alta e le immagini video fanno prevedere il peggio, ma il pilota australiano fa solo un capitombolo basso e si rialza immediatamente. Per lui delle forti contusioni e nulla più.
In testa la corsa vede sempre il duello tra Gibernau e Rossi con quest'ultimo dche prende il comando. Da dietro rinviene sui due Capirossi, mentre Melandri con la Honda del team Gresini arranca. Rossi sbaglia al 14.o giro e scivola in quinta piazza, poi è Gibernau alle prese con un problema ad uno stivale a perdere posizioni. In testa c'è Loris ma su du lui rinviene Valentino, mentre Melandri è penalizzato da un lungo bordo pista.
Rossi nei giri finali passa la Ducati di Capirossi ed allunga. Sul traguardo i due passano nell'ordine, mentre sul terzo gradino del podio sale Nicky Hayden. Il pilota del Kentucky, grazie alla sua regolarità sale a 99 punti come Capirossi, ma non avendo mai vinto una gara, mentre Loris ne ha già 2 in carniere, è secondo nel mondiale. Melandri che chiude al sesto posto dietro a Gibernau e Pedrosa, quarto con l'altra Repsol Hrc, in classifica è terzo a 10 lunghezze, da Loris. Pedrosa è ad 86 e Valentino Rossi quinto a 65.
Nella gara delle 250 cc., come detto, ritorna al successo Jorge Lorenzo che, partito dalla pole tiene sempre la testa della gara, controllando i tentativi di attaccarlo di Alex De Angelis ed Andrea Dovizioso. I tre battaglieranno per tutta la corsa, ed alla fine passeranno nell'ordine sotto la bandiera a scacchi. Per loro solo qualche attimo di tensione al 14.o giro quando la caduta di qualche gocciolina di pioggia aveva fatto pensare ad un veloce rientro ai box per le gomme da pioggia.
Nella 125 cc. che ha aperto la domenica del GP d'Italia al Mugello, invece, grande battaglia fino alla fine e corsa decisa solo al photofinish con Mattia Pasini che brucia il compagno di squadra e leader della classifica per qualche millimetro. Alle spalle delle due Aprilia del Team Aspar, la Derbi del ceko Lukas Pesek, partito dalla pole e poi costretto ad accontentarsi del gradino più basso del podio, penalizzato dalla minor velocità massima della sua moto. Tra quindici gironi c'è l'appuntamento di Barcellona.

Questo l'ordine d'arrivo della gara della classe MotoGp del GP d'Italia (23 giri)

1. Valentino Rossi (Ita/Yamaha) 120,635 km in 42:39.610 (media: 169,668 km/h)
2. Loris Capirossi (Ita/Ducati) a 0.575
3. Nicky Hayden (Usa/Honda) 0.735
4. Daniel Pedrosa (Spa/Honda) 2.007
5. Sete Gibernau (Spa/Ducati) 3.070
6. Marco Melandri (Ita/Honda) 11.793
7. Toni Elias (Spa/Honda) 18.999
8. Kenny Roberts Jr. (Usa/Kr211V) 19.172
9. Makoto Tamada (Gia/Honda) 19.231
10. John Hopkins (Usa/Suzuki) 19.821

- Classifica del Mondiale dopo 6 prove

1. Loris Capirossi (Ita/Ducati) 99 punti
2. Nicky Hayden (Usa/Honda) 99
3. Marco Melandri (Ita/Honda) 89
4. Daniel Pedrosa (Spa/Honda) 86
5. Valentino Rossi (Ita/Yamaha) 65

Ordine d'arrivo della gara della classe 250 cc. del GP d'Italia (21 giri)

1. Jorge Lorenzo (Spa/Aprilia) 110,145 km in 40:35.185 (media: 162,830 km/h)
2. Alex De Angelis (Rsm/Aprilia) à 0.111
3. Andrea Dovizioso (Ita/Honda) 0.320
4. Yuki Takahashi (Gia/Honda) 0.334
5. Alex Debon (Spa/Aprilia) 3.315
6. Roberto Locatelli (Ita/Aprilia) 3.327
7. Marco Simoncelli (Ita/Gilera) 7.930
8. Anthony West (Aus/Aprilia) 26.048
9. Shuhei Aoyama (Gia/Honda) 26.616
10. Andrea Ballerini (Ita/Aprilia) 30.570

- Classifica del Mondiale dopo 6 prove

1. Andrea Dovizioso (Ita/Honda) 108 punti
2. Jorge Lorenzo (Spa/Aprilia) 88
3. Yuki Takahashi (Gia/Honda) 80
4. Hector Barbera (Spa/Aprilia) 78
5. Hiroshi Aoyama (Gia/Ktm) 75

Questo l'ordine d'arrivo del Gp d'Italia, classe 125 cc., svoltosi sul circuito del bMugello (20 giri)

1. Mattia Pasini (Ita/Aprilia) 104,9 km in 40:00.412 (media: 157,322 km/h)
2. Alvaro Bautista (Spa/Aprilia) a 0.001
3. Lukas Pesek (Cec/Derbi) 0.052
4. Sergio Gadea (Spa/Aprilia) 1.203
5. Hector Faubel (Spa/Aprilia) 1.378
6. Mika Kallio (Fin/Ktm) 2.303

- Classifica del Mondiale classe 125cc dopo 6 prove

1. Alvaro Bautista (Spa/Aprilia) 119 punti
2. Mika Kallio (Fin/Ktm) 88
3. Mattia Pasini (Ita/Aprilia) 74
4. Hector Faubel (SpaP/Aprilia) 67
5. Sergio Gadea (Spa/Aprilia) 67

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400