Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 03:37

Rossi: «Non mi spettavo una situazione così grave»

Il commissario straordinario della Federcalcio descrive così il suo arrivo a via Allegri per affrontare gli scandali che hanno coinvolto i vertici del calcio: «Credevo fosse molto più circoscritta». Ma è convinto che la Nazionale possa rimanere fuori dalle polemiche e concentrarsi sui Mondiali
ROMA - «Non mi aspettavo di trovare una situazione così grave. Credevo fosse molto più circoscritta». E' quanto ha detto all'Ansa il commissario straordinario della Federcalcio, Guido Rossi, descrivendo il suo arrivo a via Allegri per affrontare gli scandali che hanno coinvolto i vertici del calcio.
Il commissario straordinario della Federcalcio, Guido Rossi, è convinto che la Nazionale possa rimanere fuori dalle polemiche di Calciopoli e concentrarsi sui Mondiali. «Credo che sia possibile conciliare quello che sta avvenendo con l'aspetto sportivo - ha detto infatti Rossi all'Ansa - Credo che la Nazionale, anche per i discorsi che ho fatto con Lippi, sia assolutamente astratta da queste questioni. Lavoriamo su due campi diversi».
Commentando le continue domande che la stampa fa sugli scandali sia al commissario tecnico che ai giocatori azzurri, Rossi si è raccomandato di «non mescolare le due cose», perché loro «sono lì per giocare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione