Cerca

Calcio/Serie B - Il Bari chiude con un pareggio

Il campionato dei biancorossi finisce con l'1-1 contro la Triestina. In vantaggio con un rigore di Carrus al 69', la squadra di Carboni si fa raggiungere al 78' da Borgobello. "Giallo" nel primo tempo: l'arbitro Ciampi prima convalida e poi annulla un «gol fantasma» di Santoruvo. Catania in serie A
BARI-TRIESTINA 1-1 (0-0 alla fine del primo tempo)

BARI (4-4-2): Spadavecchia 6; Candrina 6, Sibilano 6, Esposito 6 (16' st Belmonte 6), Micolucci 6; Romanelli 5.5 (13' st Vantaggiato 5), Fusani 6, Carrus 6, L.Anaclerio 5 (28' st Pagano sv); Santoruvo 6, Ganci 6. In panchina: Afeltra, Fusaro, Rajcic, Mora Allenatore: Carboni 6.
TRIESTINA (4-4-2): Agazzi 6; Azizou 6, Lima 6, Kyriazis 6, Zeoli 6 (34' st De Agostini sv); Marchini 6, De Cristoforo 6, Villa 6 (17' st Erpen 6), Da Dalt 6 (42' pt Briano 6); Eliakwu 6.5, Borgobello 6.5 In panchina: Tomei, Landaida, Mammarella, Tulli. Allenatore: Agostinelli 6.
ARBITRO: Ciampi di Roma 4.5.
RETI: 24' st Carrus (rig), 33' st Borgobello.
NOTE: Giornata di sole, terreno in buone condizioni. Spettatori: paganti 423, abbonati 3.094 per un incasso totale di 17.500,00 euro. Al 39' pt convalidato e poi annullato un «gol fantasma» a Santoruvo. Ammoniti: Lima e Santoruvo. Angoli: 6-5 per il Bari. Recuperi: 2' pt e 3' st.

BARI - Chiusura incolore della stagione del Bari, con un pareggio senza sussulti contro la Triestina al San Nicola. Il tecnico, Guido Carboni, alla fine della partita ha salutato sportivi, dirigenti e addetti ai lavori dopo due anni alla guida della squadra barese (per il prossimo anno è stato ingaggiato Maran, ex Brescia).
Bari e Triestina, già salve da alcune settimane, hanno dato vita ad una gara dai ritmi balneari: scambi lenti e affondi non troppo convinti delle punte hanno riempito buona parte della prima frazione. Alcune folate offensive di Eliakwu e Santoruvo sono state lampi nella monotonia generale.
Carboni e Agostinelli avevano scelto di schierare formazioni inedite, con gli innesti di alcuni giovani che non hanno trovato molte occasioni per mettersi in mostra nel corso della stagione. Tra le fila baresi in porta il giovanissimo Spadavecchia (all'esordio stagionale) ha preso il posto dell'indisponibile Gillet.
A cinque dal termine l'arbitro, Ciampi, ha annullato un gol a Santoruvo, già corso verso la panchina per dedicarlo a Carboni, valutando (con la complicità del guardalinee) una conclusione della punta barese sulla linea (ma da quella che si è visto l'aveva ampiamente oltrepassata).
Nella ripresa per i primi 20' il gioco è ristagnato a centrocampo, poi al 24' Santoruvo è stato chiuso in maniera fallosa in area da Zeoli e Lima, e l'arbitro ha fischiato il calcio di rigore. Dagli undici metri Carrus ha spiazzato Agazzi. Dopo 9' minuti i giuliani hanno pareggiato con una conclusione di Borgobello, mentre nel finale Santoruvo ed Elakwu hanno sprecato occasionissime per segnare il gol da tre punti.

I tifosi del Bari, all'inizio del secondo tempo della partita con la Triestina, hanno srotolato uno striscione di dura presa posizione contro i dirigenti del calcio italiano. Questo il testo: «Moggi, Carraro, arbitri, dirigenti, Gea, Pisanu, Galliani: colpevolizzavate gli ultras per coprire i vostri loschi affari: vergogna».
Nel settore ospiti, i tifosi giuliani (una trentina) hanno esposto un tricolore inneggiante all'Istria italiana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400