Cerca

Ciclismo - Schumacher torna al successo

Il tedesco della Gerolsteiner ha vinto in una volata ristretta la 18ª tappa del Giro d'Italia, Sillian-Gemona del Friuli di 210 km. È la seconda vittoria di tappa dopo quella di Namur. Quella volta il suo successo coincise anche con la conquista della maglia rosa, che ora è saldamente nelle mani di Basso
GEMONA DEL FRIULI (ITALPRESS) - Dopo Namur, Stefan Schumacher scrive ancora una volta il suo nome tra i vincitori di tappa al Giro2006 e bissa il successo della terza tappa tagliando per primo il traguardo di Gemona del Friuli. Quella volta il suo successo coincise anche con la conquista della maglia rosa, questa volta la sua vittoria gli permette soltanto di dare visibilità alla Gerolsteiner, rimasta troppo presto orfana di Davide Rebellin.
La sfortuna si accanisce ancora, invece, nei confronti di Marzio Bruseghin, secondo nella volata vinta dal tedesco al termine di una tappa caratterizzata da una fuga a cinque. Oltre ai due già citati, anche Gutierrez Palacio, David Lopez Garcia e Charles Wegelius hanno fatto parte della truppa che ha caraterrizzato questa tappa che ha portato la carovana in giro per il bel Friuli. Bruseghin ha tentato di anticipare tutti a 200 metri dall'arrivo partendo in contropiede, ma alla fine ha vinto il corridore che tra i cinque era certamente il più veloce.
E l'omonimo del più famoso Schumacher della F.1 ha dato prova della sua bravura cercando sempre di stare attento alle piccole fughe, in particolare l'ultima che ha visto per protagonista Gutierrez. Lo spagnolo si è avvantaggiato nel falsopiano che ha preceduto la salita di Montenars, ultima breve asperità della giornata, dopo Cuel di Forchia e Sammardenchia. Ma Schumacher ha fiutato il pericolo e si è portato sul battistrada, dopo che questo aveva scollinato con un vantaggio di 15".
La discesa che ha portato verso Gemona è stata perfetta per il ricongiungimento e per le schermaglie finali dei cinque fino al tentativo di Bruseghin «strozzato» dalla rimonta imperiosa del tedesco. Per il portacolori della Lampre rimane ancora l'amaro in bocca per non essere riuscito a centrare la sua prima vittoria da professionista, malgrado una carriera costellata da tanti tentativi ed altrettanti piazzamenti.
L'arrivo a Gemona non sconvolge la classifica generale che rimane con Basso saldamente in testa in attesa delle prossime tappe che presentano qualche difficoltà maggiore.

Ordine d'arrivo della 18ª tappa del Giro d'Italia, Silliam-Gemona del Friuli di km. 207

1) Stefan Schumacher (Ger/Gerolsteiner) in 5h31'33"(abb. 20") alla media oraria di km. 37,460
2) Marzio Bruseghin (Ita) s.t. (abb. 12")
3) Josè Gutierrez Palacios (Spa) s.t. (abb. 8")
4) David Lopez Garcia (Spa) a 2"
5) Charles Wegelius (Gbr) a 7"
6) Paolo Bettini (Ita) a 2'43" (abb. 6")
7) Alberto Ongarato (Ita) s.t.
8) Matthew White (Aus) s.t.
9) Josè Gutierrez Cataluna (Spa) s.t.
10) Paolo Tiralongo (Ita) s.t.
11) Francesco Bellotti (Ita) s.t.
12) Grischa Niermann (Ger) s.t.
13) Leonardo Duque (Col) s.t.
14) Viatcheslav Ekimov (Rus) s.t.
15) Renaud Dion (Fra) s.t.
16) Josep Jufre Pou (Spa) s.t.
17) Theo Eltink (Ola) s.t.
18) Addy Engels (Ola) s.t.
19) Unai Osa Eizaguirre (Spa) s.t.
20) Francisco Vila Errandonea (Spa) s.t.
41) Gilberto Simoni (Ita) s.t.
43) Ivan Basso (Ita) s.t.
44) Damiano Cunego (Ita) s.t.
45) Paolo Savoldelli (Ita) s.t.
47) Juan Manuel Garate (Ita) s.t.
48) Tom Danielson (Usa) s.t.
53) Franco Pellizotti (Ita) s.t.
56) Wladimir Belli (Ita) s.t.
71) Jan Ullrich (Ger) s.t.
155) Jason McCartney (Usa) a 11'39"
Partiti 161, arrivati 155. Ritirati: Sergio Barbero (Ita), Serguei Yakovlev (Rus), Peter Mazur (Pol), John Gadret (Fra), Fabrizio Guidi (Ita), Marco Fertonani (Ita).

Classifica generale del Giro d'Italia dopo la 18/a tappa (percorsi km. 2.934,2)

1) Ivan Basso (Ita/Team CSC) in 73h30'47" alla media oraria generale di km. 39,913
2) Josè Gutierrez Cataluna (Spa) a 5'43"
3) Gilberto Simoni (Ita) a 10'34"
4) Paolo Savoldelli (Ita) a 10'58"
5) Franco Pellizotti (Ita) a 12'30"
6) Wladimir Belli (Ita) a 13'00"
7) Sandy Casar (Fra) a 14'06"
8) Damiano Cunego (Ita) a 14'48"
9) Victor Hugo Pena Grisales (Col) a 16'40"
10) Josè Luis Rubiera (Spa) a 17'48"
11) Andrea Noè (Ita) a 17'58"
12) Danilo Di Luca (Ita) a 18'27"
13) Giampaolo Caruso (Ita) a 18'49"
14) Josè Gutierrez Palacios (Spa) a 18'53"
15) Juan Manuel Garate (Spa) a 19'15"
16) Leonardo Piepoli (Ita) a 19'36"
17) Francisco Vila Errandonea (Spa) a 20'50"
18) Tom Danielson (Usa) a 21'23"
19) Paolo Tiralongo (Ita) a 23'02"
20) Patrice Halgand (Fra) a 24'04"
38) Emanuele Sella (Ita) a 40'07"
42) Jan Ullrich (Ger) a 45'31"
46) Paolo Bettini (Ita) a 49'16"
161) Carl Naibo (Fra) a 3h07'39"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400