Cerca

Calcio/Serie B - Maran nuovo tecnico dei biancorossi

A Bari sostituirà Carboni. Ha allenato sino a un paio di mesi fa il Brescia, dal quale è stato esonerato per far posto a Zeman. Contratto della durata di un anno (nella foto, il presidente Vincenzo Matarrese). Pianu, che vuole restare solo se gioca: «Ho incontrato le squadre di Maran. Fa un calcio spettacolare»
BARI - Rolando Maran è il nuovo allenatore del Bari con il quale ha firmato un contratto annuale. Lo annuncia una nota della società. Subentra a Guido Carboni il cui contratto con il Bari scadrà il prossimo 30 giugno. Maran ha allenato sino a un paio di mesi fa il Brescia dove è stato esonerato per far posto al boemo Zdenek Zeman. «Il presidente Vincenzo Matarrese, nel corso di un cordiale colloquio - è detto nel comunicato - ha ringraziato Guido Carboni per il lavoro svolto negli ultimi due campionati e gli augurato una brillante prosecuzione di carriera». «Successivamente - prosegue la nota - ha sentito telefonicamente Rolando Maran con il quale si incontrerà nei prossimi giorni. In precedenza, il ds Fausto Pari aveva definito con Maran i dettagli dell'operazione: il futuro allenatore del Bari ha firmato un contratto della durata di un anno e sarà presentato nei primi giorni di giugno».

William Pianu per quattro mesi (prima di infortunarsi al ginocchio) è stato uno dei protagonisti della salvezza del Bari. Cresciuto nelle giovanili della Juventus (nella nidiata nella quale c'erano giocatori come Del Piero, Cammarata, Binotto, Grabbi, Fantini, Squizzi) il difensore ha 31 anni e, pur avendo firmato un biennale, aspetta di conoscere i programmi del nuovo tecnico per poter pianificare il suo futuro.
«Ho giocato contro le squadre allenate da Maran quattro o cinque volte - spiega - è un allenatore moderno, che fa un calcio spettacolare, molto apprezzato anche da giocatori e tifoserie per le sue qualità umane. Resterò a Bari? Sono sotto contratto, ma resterei in Puglia solo se rientrerò nei piani tracciati dal nuovo tecnico per il prossimo campionato. Cioè resterei per giocare, la mia è una aspirazione comprensibile».
Sulla salvezza dei pugliesi, ha poi aggiunto: «Abbiamo strameritato la permanenza in B con un girone di ritorno con pochi errori, tanta grinta e tantissima concretezza. Forse con un pizzico di fortuna in più potevamo salire ancora in classifica. Sono stato ingaggiato nel mercato di riparazione per dare una mano al reparto difensivo, decimato dagli infortuni. Penso di aver svolto il mio dovere. Il mio recupero? Forzando potevo essere in campo domenica con la Triestina, ma siamo già salvi e così preferisco proseguire la riabilitazione con maggiore prudenza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400