Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 13:05

Bari, Emiliano choc «E' giunto il momento di creare un altro club»

BARI - «Potrebbe essere giunto il momento di fondare un’altra squadra e io offrirò tutto il supporto necessario affinchè nasca questa nuova società partendo da zero»: è quanto ha detto il sindaco di Bari Michele Emiliano commentando la questione relativa alla concessione dello stadio San Nicola. «La squadra se ne va a giocare ad Andria? Benissimo, non muore nessuno se il Bari va ad Andria, sarà l’occasione propizia per accelerare la nascita di una nuova società che difenda i colori della città»
Bari, Emiliano choc «E' giunto il momento di creare un altro club»
BARI - «Potrebbe essere giunto il momento di fondare un’altra squadra e io offrirò tutto il supporto necessario affinchè nasca questa nuova società partendo da zero»: è quanto ha detto il sindaco di Bari Michele Emiliano commentando la questione relativa alla concessione dello stadio San Nicola. «La squadra se ne va a giocare ad Andria? Benissimo, non muore nessuno se il Bari va ad Andria, sarà l’occasione propizia per accelerare la nascita di una nuova società che difenda i colori della città».

«Il Comune - ha aggiunto - non è più disposto a pagare per far giocare a pallone ventidue ragazzi in pantaloncini. Siamo più propensi a spendere soldi dei cittadini per infrastrutture ed edifici pubblici come questo».

Emiliano ha fatto riferimento alla inaugurazione, svoltasi a Bari, del nuovo asilo nido comunale «La Tana del Ghiro» per spiegare la sua presa di posizione: «Questa struttura meravigliosa è costata un milione di euro e con i soldi necessari alla ristrutturazione del San Nicola ne potremmo costruire altri quindici. La proprietà dell’As Bari non può continuare a pretendere il sostegno economico di una città intera per gestire lo stadio, visto che lo hanno voluto loro e non i baresi».

L’assessore allo Sport del Comune di Bari Elio Sannicandro ha poi spiegato la proposta contenuta nella lettera inviata dall’amministrazione all’As Bari: «Il nostro documento non contiene alcun ultimatum. Indica invece al club - ha cercato di chiarire - una ipotesi attraverso una concessione pluriennale che valorizzi l’impianto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione