Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 20:29

Motomondiale - Pedrosa, primo acuto nella MotoGP

Le qualità di un pilota emergono indipendentemente dalla categoria. Lo spagnolo, che aveva già vinto e convinto nell'ottavo e nella quarto di litro, comincia a prenderci gusto anche nella classe regina. Nel GP di Cina ottiene la sua prima vittoria. Rossi si ritira. Hayden sempre in vetta alla classifica
SHANGHAI (CINA) - Le qualità di un pilota, come di un atleta di qualsiasi altra disciplina, emergono indipendentemente dalla categoria. Dani Pedrosa, che aveva già vinto e convinto in 125 e in 250 (un titolo nell'ottavo di litro e due nella quarto di litro), comincia a prenderci gusto anche in motogp e sul circuito di Shanghai ottiene la sua prima vittoria. Un passaggio di testimone? Questo lo sapremo soltanto nei prossimi mesi, però è certo che all'attuale campione del mondo Valentino Rossi, attualmente non ne riesce una. Il dottore, proprio mentre inseguiva una posizione sul podio, è stato tradito dai pneumatici. Nel corso del 15° giro ha riscontrato un problema allo pneumatico posteriore della sua Yamaha Honda ed è rientrato ai box.
Tornato in pista Valentino ha riscontrato anomalie anche alla gomma anteriore e l'ha presa tutt'altro che bene, visto che al termine della gara ha sfogato tutta la sua rabbia contro la Michelin. Alla fine sul podio sono finiti l'americano della Repsol Honda Nicky Hayden, nonché il compagno di squadra di Rossi, Colin Edwards. Settimo posto per la Fortuna Honda di Marco Melandri, seguito dalle due ducati di Loris Capirossi e Sete Gibernau.
Ma andiamo con ordine: temperatura di circa 25 gradi alla partenza. Gli uomini della prima fila, Pedrosa, Hopkins e Edwards sono scattati benissimo, come anche Nakano che recupera subito nello slancio alcune posizioni. Dopo la prima curva Edwards precedeva Hopkins, Gibernau, Nakano, Pedrosa, Stoner, Hayden, Melandri. L'unica caduta nella gara di oggi è stata quella di Chris Vermeulen, finito a terra durante il quarto giro. Lungo l'inseguimento di Hayden che ha fatto del suo meglio per battere il compagno di squadra, ma non c'è riuscito. Pedrosa ha così ottenuto la prima vittoria non italiana nella classe regina, dopo 12 gare.
Nonostante sia salito sul secondo gradino del podio con un po' di amaro in bocca, Hayden ha buone regioni per essere soddisfatto in quanto questo podio, l'ottavo consecutivo, gli consente di allungare nel mondiale. L'americano è in testa con 72 punti davanti a Capirossi che ne ha 59, Pedrosa 57, Melandri 54, Stoner 52 e Rossi 40. John Hopkins non ha potuto nel finale di gara tenere il ritmo di Colin Edwards il quale ha conquistato il terzo posto davanti alla Suzuki dell'anglo-americano. Casey Stoner ha segnato un ottimo quinto posto. L'australiano è finito fuori pista a 7 giri dalla fine, ma è riuscito a proseguire e stringendo i denti ha recuperato alcune posizioni, confermando di essere un grande combattente.
Primo successo personale nella classe 250 per lo spagnolo Hector Barbera con la Fortuna Aprilia. Andrea Dovizioso ha dovuto accontentarsi del posto d'onore. Hiroshi Aoyama ha completato il podio. Il giapponese ha saputo precedere all'arrivo Jorge Lorenzo e Yuki Takahashi al termine di un duello molto serrato. In campionato Dovizioso resta al comando con 72 punti davanti a Barbera con 69. Lorenzo è terzo con 63 punti e precede di un solo punto Hiroshi Aoyama. Locatelli è quinto con 47 punti.
Infine nella 125 Mika Kallio con la Ktm si è imposto davanti alle Aprilia di Pasini e Bautista. Quarta piazza per Talmacsi davanti a Simon e Pesek. Da segnalare che il cinese Ho Whan Cho è caduto nella prima parte della gara ed in seguito gli è stata sventolata la bandiera nera al 14^ giro.

Classifiche del gp di Cina, quarta prova del mondiale di motociclismo

- MotoGp

1. Daniel Pedrosa (Spa/Honda), 116,182 km in 44'07"734 (media: 157,967 km/h)
2. Nicky Hayden (Usa/Honda) a 1.505
3. Colin Edwards (Usa/Yamaha) 14.634
4. John Hopkins (Usa/Suzuki) 19.265
5. Casey Stoner (Aus/Honda) 23.061
6. Makoto Tamada (Gia/Honda) 23.879
7. Marco Melandri (Ita/Honda) 24.101
8. Loris Capirossi (Ita/Ducati) 24.467
9. Sete Gibernau (Spa/Ducati) 28.358
10. Shinya Nakano (Gia/Kawasaki) 33.815

Valentino Rossi (Ita/Yamaha) ritirato

Classifica mondiale piloti

1. Nicky Hayden (Usa/Honda) 72 punti
2. Loris Capirossi (Ita/Ducati) 59
3. Daniel Pedrosa (Spa/Honda) 57
4. Marco Melandri (Ita/Honda) 54
5. Casey Stoner (Aus/Honda) 52
6. Valentino Rossi (Ita/Yamaha) 40
7. Toni Elias (Spa/Honda) 37
8. Colin Edwards (Usa/Yamaha) 35
9. Shinya Nakano (Gia/Kawasaki) 28
10. Sete Gibernau (Spa/Ducati) 25

- 250 cc

1. Hector Barbera (Spa/Aprilia), 110,901 km in 44'49"445
2. Andrea Dovizioso (Ita/Honda) a 0.266
3. Hiroshi Aoyama (Gia/KTM) 3.320
4. Jorge Lorenzo (Spa/Aprilia) 3.602
5. Yuki Takahashi (Gia/Honda) 3.618
Classifica mondiale piloti:
1. Andrea Dovizioso (Ita/Honda) 72 punti
2. Hector Barbera (Spa/Aprilia) 69
3. Jorge Lorenzo (Spa/Aprilia) 63
4. Hiroshi Aoyama (Gia/KTM) 62
5. Roberto Locatelli (Ita/Aprilia) 47

- 125 cc

1. Mika Kallio (Fin/KTM), 100,339 km in 42'06"223
2. Mattia Pasini (Ita/Aprilia) a 0.097
3. Alvaro Bautista (Spa/Aprilia) 0.357
4. Gabor Talmacsi (Ung/Honda) 0.899
5. Julian Simon (Spa/KTM) 1.106
Classifica mondiale piloti:
1. Alvaro Bautista (Spa/Aprilia) 86 punti
2. Mika Kallio (Fin/KTM) 58
3. Hector Faubel (Spa/Aprilia) 54
4. Mattia Pasini (Ita/Aprilia) 49
5. Sergio Gadea (Spa/Aprilia) 46

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione