Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 05:39

Calcio - Massiccio piano di sicurezza per la gara del San Nicola

Scatterà a Bari all'arrivo all'aeroporto Karol Woityla di Palese della Juventus e si concluderà domani sera, quando l'ultimo delle migliaia di tifosi forestieri avrà lasciato la città. Forte spiegamento di uomini e mezzi (oltre 500 persone tra agenti di polizia, carabinieri e vigili urbani) prima e dopo Reggina-Juventus
BARI - Scatterà nel tardo pomeriggio di oggi, quando arriverà all'aeroporto Karol Woityla di Palese il volo con la Juventus, e si concluderà domani sera, quando l'ultimo delle migliaia di tifosi forestieri avrà lasciato Bari, il piano di sicurezza predisposto in occasione di Reggina-Juventus.
Un forte spiegamento di uomini e mezzi (oltre 500 persone tra agenti di polizia, carabinieri e vigili urbani) assicurerà l'ordine pubblico, soprattutto nelle vicinanze dello stadio San Nicola, che da domani sarà raggiunto da comitive bianconere annunciate soprattutto dalle regioni centro-meridionali. L'attesa è diventata con il passare del tempo meno spasmodica a causa dei risultati dell'inchiesta sul calcio truccato che hanno gettato acqua sull'entusiasmo. In alcuni casi, gruppi di tifosi che avevano annunciato l'arrivo, a bordo di pullman, chiedendo informazioni e assistenza, hanno disdetto il viaggio. Gli spalti saranno gremiti, anche se non è certo se i 58.270 posti saranno tutti occupati.
Il piano organizzato dal questore di Bari, Francesco Gratteri, prevede l'impiego di poliziotti dei Reparti mobili di Bari e Napoli, della Scuola di polizia di Foggia, della polstrada e dei carabinieri del Battaglione Puglia. Insieme con loro lavoreranno anche gli agenti normalmente impiegati in occasione di avvenimenti del genere con funzioni di ordine pubblico e polizia giudiziaria (squadra mobile, Digos, sezione volanti e polizia ferroviaria) e quelli della polizia municipale.
Sono stati predisposti due posti di accoglienza: il primo ai caselli autostradali di Bari Sud (dove confluiranno i tifosi della Reggina, provenienti da Taranto) e Bari Nord (arrivo per i sostenitori della Juventus residenti nelle regioni centrali e dal Nord della Puglia), il secondo alla stazione centrale delle Ferrovie dello Stato. Nel resto della città saranno impiegati dispositivi mobili che aumenteranno di numero con l'avvicinarsi all'orario della partita, e che avranno lo scopo di assicurare il regolare trasferimento delle persone allo stadio.
La stragrande maggioranza di spettatori raggiungerà il San Nicola con autovetture private, mentre sono alcune migliaia coloro che arriveranno su pullman. Si tratta perlopiù di iscritti a club organizzati. Quelli della Reggina, sui quali viaggeranno in prevalenza i due-tremila supporter di fede amaranto attesi domani, verranno parcheggiati nell'Antistadio, quasi alle spalle della curva Nord dove prenderanno posto. I pullman con i tifosi bianconeri troveranno posto nei parcheggi della curva Sud.
Sugli spalti la tifoseria organizzata della Reggina, in curva Nord, sarà divisa dal resto degli spettatori, che si ritiene saranno tutti juventini (scarso dovrebbe essere il pubblico neutrale), da un folto cordone di forze dell'ordine. Eventuali abbonati della Reggina prenderanno posto nei settori di loro spettanza vicino a chi presumibilmente sarà bianconero. Questo particolare, comunque, non preoccupa le autorità di polizia, in quanto tra reggini e juventini non c'è mai stata rivalità. Potrebbe inoltre agevolare la civile convivenza tra le due tifoserie il fatto che i tifosi del Bari e quelli calabresi sono gemellati, e che manifesteranno la loro armonia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione