Cerca

Motomondiale - Pedrosa da record nel GP della Cina

Condizioni metereologiche contrastanti a Shanghai e tempi e uomini diversi davanti rispetto al venerdì. La pole è andata a colui che è considerato della Motogp. Poi Hopkins ed Edwards. Male gli italiani: 8° Melandri, 10° Capirossi, 13° Rossi (si parte domenica alle 9). In 250 e 125 davanti Barbera e Kallio
SHANGHAI (CINA) - Condizioni metereologiche contrastanti a Shanghai e tempi e uomini diversi davanti rispetto a quanto si era visto il venerdì. E' rimasto deluso chi si aspettava di rivedere davanti il campione del mondo Valentino Rossi. Dopo i risultati incoraggianti e i progressi mostrati dalla Yamaha le premesse c'erano tutte e invece la pole è andata a colui che è considerato, e non a torto, il futuro della Motogp, ovvero Dani Pedrosa.
Il pilota spagnolo è più che una promessa e negli ultimi tre anni ha rimediato tre titoli mondiali, uno in 125 e due nella 250. Le qualifiche di Shanghai sono state molto emozionanti e divise in due parti perché interrotte dalla pioggia per circa venti minuti,e poi ripresa praticamente sull'asciutto. All'inizio è stato Sete Gibernau a mettersi in evidenza realizzando la pole provvisoria. Lo spagnolo è andato subito all'attacco.
Quando ha iniziato a piovere tutti sono rientrati ai box credendo che forse che ormai la griglia fosse decisa. In questa prima parte di qualifiche Casey Stoner è caduto dopo aver perso il posteriore della sua moto. Fortunatamente il volo dell'australiano non ha avuto alcuna conseguenza. Durante l'interruzione Gibernau era in pole provvisoria davanti a Pedrosa, Stoner, Capirossi, Hayden, Edwards, Nakano, Randy de Puniet. Rossi solo 12^.
Alla ripresa tutti si sono precipitati in pista per sfruttare al massimo il tempo residuo a parte un dritto senza conseguenze di De Puniet, diversi piloti si sono alternati in pole: prima è stato Edwards a realizzare il miglior tempo, poi Pedrosa è riuscito a scalzare l'americano scendendo sotto i due minuti. La lotta è stata sempre più serrata. Nakano si è portato a sua volta al comando, ma Edwards non ha mollato riuscendo a ottenere ancora per qualche istante la pole, prima che Pedrosa gliela strappasse definitivamente. Lo spagnolo della Repsol Honda ha segnato così il nuovo record del tracciato in 1'59009, precedendo John Hopkins di circa tre decimi e mezzo.
La prima fila è completata da Colin Edwards. Shinya Nakano apre la seconda fila, precedendo Nicky Hayden e Sete Gibernau. Terza fila per Stoner, il nostro Marco Melandri e De Puniet. Loris Capirossi si è dovuto accontentare della terza fila.
Nella quarto di litro pole per Hector Barbera (Fortuna Aprilia) dopo un bel duello con il compagno di squadra Jorge Lorenzo. Terzo tempo per Shuhei Aoyama (Repsol Honda), che precede Andrea Dovizioso (Humangest Racing) e Alex De Angelis (Master MVA Aspar). Sesto posto per Yuki Takahashi (Humagest Honda), il settimo s di un altro pilota giapponese, Hiroshi Aoyama (Red Bull KTM). Ottavo tempo per Anthny West (Kiefer BOS Racing). Spettacolare caduta, senza conseguenze, per Roberto Locatelli (Team Toth), costretto ad accontentarsi dell'11^ posto.
Nella seconda sessione di qualifiche dell'ottavo di litro, che si è svolta in condizioni di asfalto asciutto, hanno battagliato fino all'ultimo secondo ed alla fine è stato Mika Kallio a realizzare la pole position. Il pilota finlandese ha fermato il cronometro a 2'11572. Dietro di lui si sono piazzati Lukas Pesek e Julian Simon, entrambi a poco meno di quattro decimi. Quarto tempo per Alvaro Bautista. Thomas Luthi ha dovuto accontentarsi del settimo tempo, ma il campione del mondo in carica sembra in netta progressione rispetto all'inizio di stagione.

Queste le griglie di partenza del gp della Cina, quarta prova del mondiale di motociclismo, in programma sul circuito di Shanghai

- MotoGp

1. Dani Pedrosa (Spa-Honda) 1'59.009
2. John Hopkins (Usa-Suzuki) 1'59.373
3. Colin Edwards (Usa-Yamaha) 1'59.383
4. Shinya Nakano (Gia-Kawasaki) 1'59.570
5. Nicky Hayden (Usa-Honda) 1'59.574
6. Sete Gibernau (Spa-Ducati) 1'59.639
7. Casey Stoner (Aus-Honda) 1'59.890
8. Marco Melandri (Ita-Honda) 2'00.014
9. Randy de Puniet (Fra-Kawasaki) 2'00.044
10. Loris Capirossi (Ita-Ducati) 2'00.078
11. Makoto Tamada (Gia-Honda) 2'00.176
12. Chris Vermeulen (Aus-Suzuki) 2'00.304
13. Valentino Rossi (Ita-Yamaha) 2'00.720

- 250 cc

1. Hector Barbera (Spa-Aprilia) 2'05.781
2. Jorge Lorenzo (Spa-Aprilia) 2'05.948
3. Shuhei Aoyama (Gia-Honda) 2'06.677
4. Andrea Dovizioso (Ita-Honda) 2'06.936
5. Alex de Angelis (Rsm-Aprilia) 2'07.073
6. Yuki Takahashi (Gia-Honda) 2'07.127
7. Hiroshi Aoyama (Gia-KTM) 2'07.289
8. Anthony West (Aus-Aprilia) 2'07.382
9. Jakub Smrz (Cec-Aprilia) 2'08.028
10. Manuel Poggiali (Rsm-KTM) 2'08.058

- 125

1. Mika Kallio (Fin-KTM) 2'11.572
2. Lukas Pesek (Cec-Derbi) 2'11.934
3. Julian Simon (Spa-KTM) 2'11.953
4. Alvaro Bautista (Spa-Aprilia) 2'11.990
5. Gabor Talmacsi (Ung-Honda) 2'12.441
6. Mattia Pasini (Ita-Aprilia) 2'12.541
7. Thomas Luethi (Svi-Honda) 2'12.805
8. Raffaele De Rosa (Ita-Aprilia) 2'12.948
9. Angel Rodriguez (Spa-Aprilia) 2'13.003
10. Tomoyoshi Koyama (Gia-Malaguti) 2'13.045

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400