Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 06:06

Indicazioni a Lippi sui giocatori da far giocare in Nazionale

Sono state intercettate alcune telefonate prima e dopo la partita Italia-Bielorussia del 13 ottobre 2004. In particolare il 12 ottobre Moggi e Giraudo fanno riferimento a una precedente conversazione con Lippi in cui Moggi avrebbe dato disposizioni tecniche sulla scelta della formazione
ROMA - Il direttore generale della Juventus Luciano Moggi sarebbe più volte intervenuto nei riguardi del commissario tecnico della nazionale Marcello Lippi perché le convocazioni degli azzurri fossero anche «in relazione ai contingenti interessi» della stessa Juventus.
In questa prospettiva, sono state intercettate alcune telefonate prima e dopo la partita Italia Bielorussia del 13 ottobre 2004. In particolare il 12 ottobre Moggi e Giraudo fanno riferimento, in una telefonata, a una precedente conversazione con Lippi in cui Moggi avrebbe dato disposizioni tecniche sulla scelta della formazione della Nazionale. In un'altra telefonata, del 14 ottobre, giorno successivo alla partita, è lo stesso Lippi - scrivono i magistrati - che parla con Moggi della formazione schierata, e quasi chiede rassicurazioni sulle scelte fatte, con particolare riferimento all'esclusione di Cannavaro, richiesta da Moggi.

Anche il Presidente della Federcalcio Franco Carraro si rivolgeva a Moggi perché intervisse su Lippi nella scelta della formazione della Nazionale In una telefonata del 12 ottobre 2004 il presidente Carraro - ricordano i pm nell'atto giudiziario emesso oggi - si raccomanda affinchè Moggi solleciti Lippi ad evitare l'impiego di alcuni calciatori ritenuti meno attrezzati tecnicamente e schierando quindi Totti e Gilardino nell'incontro Italia-Bielorussia del 13 ottobre successivo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione