Cerca

Ciclismo - Crono alla Csc di Basso. Honchar in rosa

L'italiano con la vittoria della squadra nella quinta tappa, la Piacenza - Cremona di 35 chilometri, ha di fatto guadagnato 39" su Savoldelli, 42" su Di Luca, 1'04" su Cunego, 1'25" su Simoni e 1'37" sul venezuelano Rujano. Ma il secondo posto della T-Mobile ha portato per ora l'ucraino in testa
CREMONA - Serhiy Honchar indossa la maglia rosa al termine della quinta tappa del Giro d'Italia 2006, ma un grosso passo avanti verso la vittoria finale l'ha fatto Ivan Basso, trionfatore di questa cronometro a tappa, con la quale i corridori sono tornati sul suolo italico, con la Piacenza - Cremona di 35 chilometri. La sua squadra, la CSC piazza il colpaccio, imponendosi in 36 minuti e 56 secondi, ma soprattutto piazzando tre corridori tra i primi sette della classifica generale.
La CSC è stata la migliore, battendo per un solo secondo la T-Mobile dell'ucraino Honchar che, con il sesto posto della Gerolsteiner di Stephen Schumacher a 1'03» ed il terzo posto della Discovery Channel di Paolo Savoldelli a 39» toglie la maglia rosa di leader dalle spalle del tedesco per indossarla lui. Honchar è al comando, ma alle sue spalle a 6» c'è il tedesco Jens Voigt della CSC ed il compagno di squadra Michael Rogers, terzo con lo stesso distacco. Al quarto posto ancora un compagno, Olaf Pollack a 10», quindi, Ivan Basso a 11» e Paolo Savoldelli a 20».
A fare la differenza per la vittoria, dopo 35 chilometri molto serrati, è stato l'arrivo del quinto uomo, quello sul quale si prende il tempo ufficiale. Mentre Basso, Voigt e Sorensen, insieme ad altri quattro compagni si sono fiondati sul traguardo in un pacchetto serrato, la T-Mobile ha pagato il distacco di Matthias Kessler. Il tedesco non è riuscito a rimanere serrato al quartetto, regalando, di fatto, la vittoria a Basso e compagni. Più indietro gli altri.
Alla Discovery Channel non è bastato Paolo Savoldelli che ha spesso tirato, ma alla fine per la sua squadra c'è solo il terzo gradino del podio di giornata con un ritardo di 39». Tre secondi più indietro la Liquigas di Danilo Di Luca, autore di un a ottima provfa. Più indietro, come era previsto le squadre di Damiano Cunego, la Lampre Fondital che è giunta ottava a 1'04» dal team di Ivan Basso.
Più indietro la Saunier Duval di Gilberto Simoni a 1'26». Un ritardo che, alla prossima cronometro potrebbe ancora crescere ma che sulle salite che già si presentano ai concorrenti nel prossimo week end, possono dare un attacco alla maglia rosa di Honchar. Domani, sesta tappa, la Busseto - Forlì di 227 chilometri, una tappa adatta ai velocisti che potrebbe rivedere Robbie Mc Ewen protagonista.

Ordine d'arrivo quinta tappa, la cronometro a squadra Piacenza-Cremona di 38 km

1) Team CSC in 36'56" alla media di 56.859 km/h
2) T-Mobile a 1"
3) Discovery Channel 39"
4) Liquigas 42"
5) Francaise Des Jeux 1'00"
6) Gerolsteiner 1'03"
7) Quickstep - Innergetic s.t.
8) Lampre-Fondital 1'04"
9) Phonak s.t.
10) Credit Agricole 1'07"
11) Davitamon-Lotto 1'08"
12) Milram 1'13"
13) Caisse d'Epargne-Illes Balears 1'14"
14) Rabobank 1'17"
15) AG2R-Prevoyance 1'22"
16) Bouygues Telecom 1'23"
17) Liberty Seguros-Wurth 1'25"
18) Saunier Duval-Prodir 1'26"
19) Cofidis 1'34"
20) Selle Italia 1'37"
21) Ceramica Panaria-Navigare 1'41"
22) Euskaltel-Euskadi 1'56"

Questa la classifica generale del Giro d'Italia dopo la quinta tappa, la cronometro a squadre Piacenza-Cremona di 38 Km

1) Serguei Gonchar (Ukr) T-Mobile Team 15h30'23"
2) Jens Voigt (Ger) Team CSC 06"
3) Michael Rogers (Aus) T-Mobile Team s.t.
4) Olaf Pollack (Ger) T-Mobile Team 10"
5) Ivan Basso (Ita) Team CSC 11"
6) Paolo Savoldelli (Ita) Discovery Channel 20"
7) Nicki Sorensen (Den) Team CSC 29"
8) Stefan Schumacher (Ger) Gerolsteiner 31"
9) Bobby Julich (USA) Team CSC 33"
10) Josè Luis Rubiera Vigil (Spa) Discovery Channel 38"
11) Tom Danielson (USA) Discovery Channel 44"
12) Danilo Di Luca (Ita) Liquigas 49"
13) Davide Rebellin (Ita) Gerolsteiner 54"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400