Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 09:22

Miccoli non basta Lecce rimontato dalla Salernitana

di MASSIMO BARBANO
SALERNO - Non è bastato un chirurgico contropiede di Fabrizio Miccoli (nella foto) coinciso con il suo primo gol in maglia giallorossa. Spianata la strada, il Lecce ha scialacquato la grande occasione per portarsi sul due a zero e chiudere virtualmente la partita perdendo poi la bussola e consegnandosi all'avversario nel secondo tempo. Così, la partita di cartello che vedeva nel primo turno fronteggiarsi le due grandi favorite del campionato, arride alla formazione del presidente Claudio Lotito. Finisce 2-1
Miccoli non basta Lecce rimontato dalla Salernitana
di MASSIMO BARBANO

SALERNO - Non è bastato un chirurgico contropiede di Fabrizio Miccoli coinciso con il suo primo gol in maglia giallorossa. Spianata la strada, il Lecce ha scialacquato la grande occasione per portarsi sul due a zero e chiudere virtualmente la partita perdendo poi la bussola e consegnandosi all'avversario nel secondo tempo. Così, la partita di cartello che vedeva nel primo turno fronteggiarsi le due grandi favorite del campionato, arride alla formazione del presidente Claudio Lotito giunto a Salerno già dal pomeriggio per riscaldare l'ambiente. Quasi 14mila spettatori all'«Arechi» che hanno spinto la squadra al successo contro un Lecce forse tecnicamente più forte, ma ancora in rodaggio ed in debito di condizione. Perché, a parte le occasioni sotto rete mancate, alcune sono state davvero clamorose, nel secondo tempo la formazione di Moriero è calata soprattutto sul piano fisico ma forse anche su quello della mentalità.Non è iniziato bene questo secondo campionato di Lega pro per i salentini che invece l'anno scorso partirono a razzo. Ma, visto come poi è andata, non si possono trarre conclusioni affrettate. Il Lecce di ieri sera in campo era una squadra nuova per nove undicesimi. Manca ancora di personalità, ma soprattutto di coesione. Molti dei nuovi, per altro, sono arrivati da poco tempo e non hanno fatto il ritiro precampionato insieme al resto della squadra. Nonostante tutto, la squadra non è apparsa in balìa dell'avversario, se non nella fase finale quando non riusciva più a ragionare. Ma, se avesse vinto, magari sfruttando quella clamorosa occasione sull'uno a zero, probabilmente non ci sarebbe stato nulla da eccepire. Invece si comincia in salita e già da domenica prossima allo stadio di «Via del Mare» contro l'Aquila, bisognerà ottenere il risultato pieno senza mezzi termini per rimettersi in carreggiata e inseguire l'obiettivo della promozione cui il Lecce è obbligato per blasone e per costruzione dell'organico.

Ecco le fase salienti della partita: 3' girata al volo di Volpe in area, Perucchini blocca senza difficoltà; 13' punizione a spiovere di Miccoli dal vertice destro dell'area di rigore con palla sull'esterno della rete; 17' Ginestra spreca sopra la traversa una punizione dall'interno della lunetta; ancora l'ex attaccante del Gallipoli al 20' incorna di testa un corner calciato da Volpe fuori di poco; al 26' Salvi ruba un pallone nella propria metà campo a Volpe con la squadra avversaria che saliva e poggia a Melara che innesca Miccoli in contropiede con la difesa dei padroni di casa sbilanciata, Miccoli arriva faccia a faccia con il portiere e infila in rasoterra; reazione della Salernitana con un velenoso rasoterra di Ginestra su punizione dal limite, ma Perucchini riesce a respingere; 37' analogo contropiede di Miccoli che questa volta serve lo smarcato Bellazzini al centro dell'area, ma Molinari riesce a respingere in extremis; 40' ennessimo affondo sulla fascia di Luciani e cross pennellato per la testa di Ginestra che trova l'angolo giusto.

Secondo tempo: 3' Zigoni spizza di testa un cross di Rullo, ma il portiere non si fa sorprendere; 17' punizione dalla destra di Montervino, si ninserisce il difensore Siniscalchi che infila la porta dopo un rimpallo; 34' verticale di Bogliacino per la testa di Zigoni, ma il portiere para a terra; 37' Montervino smarcato in area spara alto; 45' brivido per una legnata di Bogliacino che colpisce il palo esterno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione