Cerca

Giro di scommesse: quattro giocatori della Juve indagati

Dai movimenti bancari risulta che i calciatori inviassero somme anche consistenti a broker emiliani non autorizzati a raccogliere denaro. I magistrati di Parma stanno analizzando gli elementi per capire la destinazione delle scommesse. Interessata all'inchiesta anche la Procura di Torino
TORINO - Sarebbero quattro i giocatori della Juventus coinvolti in un'inchiesta delle Procure di Torino e di Parma su un giro di scommesse sportive in Italia e all'estero. Dai movimenti bancari analizzati dai magistrati e dall'Ufficio italiano cambi risulta che i calciatori inviassero somme anche consistenti a broker emiliani non autorizzati a raccogliere denaro per scommesse per il gioco in Italia.
Il filone torinese dell'indagine - della quale parla oggi «Il giornale» - è aperto per violazione dell' articolo 4 della legge 401 dell'89 che punisce chi partecipa o organizza scommesse senza essere autorizzato. Al momento a Torino non è stato accertato né il tipo di scommesse né la disciplina sportiva verso cui erano indirizzate.
Il «cuore» dell'inchiesta è infatti a Parma, dove i magistrati stanno analizzando gli elementi nei confronti dei broker per capire la destinazione delle scommesse. In base ai risultati emiliani, la Procura torinese potrebbe poi valutare se cambiare l'ipotesi d'accusa e iniziare a interrogare gli indagati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400