Cerca

Ciclismo - Giro d'Italia, la prima volata è di McEwen

Tra i velocisti più forti della carovana, la spunta l'australiano, che vince la seconda tappa, la Mons-Charleroi Marcinelle di 197 chilometri, d'astuzia e potenza superando anche Bettini (terzo) e Petacchi (quarto). Savoldelli resta in rosa. Lunedì terza frazione Perwez-Namur di 202 chilometri
CHARLEROI (BELGIO) - Il primo round tra i due velocisti più forti della carovana dell'89° Giro d'Italia va a Robbie McEwen. Australiano di Brisbane, 33 anni, professionista dal 1996, il campione nazionale in carica si toglie la soddisfazione di scompaginare i piani del Team Milram e di vincere d'astuzia e potenza, alla sua maniera, la seconda frazione della corsa rosa, la Mons-Charleroi Marcinelle di 200 chilometri, la prima in linea dopo il prologo a cronometro di ieri.
In una giornata caratterizzata dal ricordo delle vittime italiane nella miniera di Marcinelle e da un tempo da vera classica del Nord, lo sprinter della Davitamon-Lotto ha interpretato al meglio gli 800 metri conclusivi, leggermente in salita, per battere il tedesco Olaf Pollack (T-Mobile) ed il campione olimpico Paolo Bettini (Quick Step), che prosegue, quest'anno, a non raccogliere quanto semina in Belgio. Va male ad Alessandro Petacchi, quarto e grande sconfitto in Vallonia: allo spezzino sono mancate energie e convinzione perché il suo treno, ad essere onesti, ha lavorato egregiamente quando c'era da mettere in fila il gruppo. Nulla da fare, dunque, per AleJet in uno dei pochi traguardi del Giro che lo avevano solleticato sin dalla presentazione di Milano.
Appuntamento rinviato, ma chissà a quando, visto che anche la terza tappa di domani, la Perwez-Namur di 202 chilometri, pare fatta apposta per qualche scatto nel finale e magari per il riscatto di Bettini o un acuto di Damiano Cunego o Danilo Di Luca o anche Davide Rebellin. In una frazione, quella odierna, interpretata a ritmi piuttosto blandi vuoi per il tempo, vuoi per recuperare le fatiche della crono, c'è da segnalare solo un lungo tentativo di Gabriele Missaglia (Selle Italia), rimasto allo scoperto per più di 140 chilometri prima con i francesi Labbe e Delage e lo spagnolo Albizuri, poi solo con quest'ultimo.
Il gruppo ha tenuto a tiro il tentativo per poi fare sul serio sotto il cartello dei venti chilometri alla fine, su strade scivolose e curve pericolose: una caduta c'è stata, quella del russo della Rabobank Alexandr Kolobnev, però senza conseguenze particolari. Verso la conclusione, tra spallate e manovre poco ortodosse, Petacchi e McEwen si marcavano stretti ma, al momento della verità, AleJet non riusciva a prendere il decollo mentre il 'cangurò dettava legge, vincendo la sua nona tappa al Giro. Nulla varia nella classifica generale, dove Paolo Savoldelli, bergamasco della Discovery Channel, resta in maglia rosa nel giorno del suo trentatreesimo compleanno.

Ordine d'arrivo della seconda tappa del Giro d'Italia, Mons-Marcinelle di km. 200

1) Robbie McEwen (Aus/Davitamon-Lotto) in 4h51'40" (abb. 20") alla media oraria di km. 41,142
2) Olaf Pollack (Ger) s.t. (abb. 12")
3) Paolo Bettini (Ita) s.t. (abb. 8")
4) Alessandro Petacchi (Ita) s.t.
5) Leonardo Duque (Col) s.t.
6) Tomas Vaitkus (Lit) s.t.
7) Alberto Loddo (Ita) s.t.
8) Koldo Fernandez (Spa) s.t.
9) Axel Maximiliano Richeze (Arg) s.t.
10) Graeme Brown (Aus) s.t.
11) Stefan Schumacher (Ger) s.t.
12) Alexandre Botcharov (Rus) s.t.
13) Philippe Gilbert (Bel) s.t.
14) Dario David Cioni (Ita) s.t.
15) Damiano Cunego (Ita) s.t.
16) Paolo Savoldelli (Ita) s.t.
17) Patrick Calcagni (Svi) s.t.
18) Cristian Moreni (Ita) s.t.
19) Josè Gutierrez Cataluna (Spa) s.t.
20) Henk Vogesl (Aus) s.t.

Classifica generale (maglia rosa) dell'89^ Giro d'Italia dopo la seconda tappa, la
Mons-Charleroi Marcinelle di 200 chilometri

1. Paolo Savoldelli (Ita, Discovery Channel) in 4h59'30"
2. Bradley McGee (Aus, Fdjeux) a 0'11"
3. Josè Gutierrez Cataluna (Spa, Phonak) a 0'13"
4. Stefan Schumacher (Ger) s.t.
5. Serhiy Honchar (Ucr) a 0'15"
6. Francisco Perez Sanchez (Spa) a 0'16"
7. Josè Gutierrez Palacios (Spa) s.t.
8. Michael Rogers (Aus) a 0'17"
9. Davide Rebellin (Ita) a 0'18"
10. Danilo Di Luca (Ita) a 0'20"

14. Ivan Basso (Ita) a 0'23"
16. Damiano Cunego (Ita) a 0'25"
17. Gilberto Simoni (Ita) a 0'26"

Classifica a punti generale (maglia ciclamino)

1. Paolo Savoldelli (Ita, Discovery Channel) punti 33
2. Robbie McEwen (Aus, Davitamon-Lotto) 25
3. Bradley McGee (Aus, Fdjeux) 23
4. Olaf Pollack (Ger) 20
4. Josè Gutierrez Cataluna (Spa, Phonak) 20
4. Stefan Schumacher (Ger) 20

Classifica Gpm Generale (maglia verde)

1. Paolo Savoldelli (Ita, Discovery Channel) punti 3
2. Arnaud Labbe (Fra, Bouygues Telecom) 3
3. Bradley McGee (Aus, Fdjeux) 2

Classifica Grancombinata generale (maglia blu)

1. Paolo Savoldelli (Ita, Discovery Channel) punti 120
2. Bradley McGee (Aus, Fdjeux) 103
3. Danilo Di Luca (Ita, Liquigas) 80

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400