Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 00:41

Melfi e Potenza deferite per illecito amministrativo

Non hanno versato le ritenute Irpef e i contributi Enpals per le mensilità di aprile, maggio e giugno 2005. Le società, se non riusciranno in tempi brevi a mettersi in regola, rischiano una penalizzazione di due o tre punti in classifica, da applicare nel campionato in corso di C2
FIRENZE - Quindici società di serie C1 e C2 sono state deferite per illecito amministrativo, per non aver versato le ritenute Irpef e i contributi Enpals. Si tratta di: Sambenedettese (C1/A), Acireale, Chieti, Gela (C1/B), Pro Vercelli (C2/A), Cavese (C2/B), Giugliano, Latina, Melfi, Nocerina, Potenza, Pro Vasto, Vigor Lamezia, Viterbese e Vittoria (C2/C). La Co.Vi.So.C. ha infatti riscontrato l'omesso pagamento degli emolumenti dovuti ed il mancato versamento dei contributi ai tesserati per le mensilità di aprile, maggio e giugno 2005. Le quindici società, se non riusciranno in tempi brevi a mettersi in regola, rischiano una penalizzazione di due o tre punti in classifica, da applicare nel campionato in corso. Il comunicato del presidente federale recita che «ritenuto che esiste una specifica esigenza di dare sollecita conclusione ai suddetti procedimenti nella eventuale fase di appello, in quanto il relativo esito potrebbe anche avere incidenza sulla classifica dei Campionati interessati; delibera che le decisioni della Commissione Disciplinare potranno essere impugnate da quanti ne avranno diritto entro il termine di due giorni dalla pubblicazione delle stesse sui Comunicati Ufficiali della Lega Professionisti Serie C».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione