Cerca

Pallavolo - Taranto, una città ricca di entusiasmo

I numeri rivelano non solo che in assoluto gli spettatori della serie A2 maschile sono cresciuti del 12,4% rispetto all'anno scorso, ma anche che il centro ionico è secondo per presenze dopo Castellana Grotte. La partecipazione ai playoff di Gioia e Taviano dimostra la forza del movimento pugliese
TARANTO - Taranto è la seconda città con più alto numero di spettatori dell'intera serie A2 Tim di volley, subito dopo Castellana Grotte. I numeri, resi noti ieri 2 maggio dalla Lega Pallavolo che rivelano come l'intera A2 sia cresciuta del 12.4% rispetto all'anno precedente, hanno regalato una grande soddisfazione alla società della Prisma Taranto Volley che quest'anno ha conquistato la promozione in serie A1. Il PalaMazzola ha fatto registrare una media di 1604 spettatori a partita, con la punta (che è anche la gara con il più alto pubblico di tutta la regular season) registrata nel match con la Materdomini Volley.it Castellana Grotte: 3144 spettatori. «Questi numeri del grande mondo della pallavolo - commenta il presidente della Prisma Volley, Antonio Bongiovanni - dimostrano la serietà con la quale abbiamo individuato il percorso che ha portato a questo strepitoso successo. L'entusiasmo del pubblico tarantino del volley deve far riflettere gli amministratori regionali e provinciali, ma anche tutte le forze commerciali, finanziarie e imprenditoriali della città e della provincia perché venga compresa appieno l'importanza di un sostegno per uno strepitoso progetto quale è la serie A1».
Il presidente Bongiovanni ha inoltre scritto ieri al presidente della Regione Nichi Vendola, al vicepresidente del consiglio regionale Luciano Mineo, all'assessore regionale allo sport Guglielmo Minervini, al presidente della Provincia di Taranto Gianni Florido e al commissario prefettizio del Comune di Taranto Tommaso Blonda per rilanciare la richiesta di collaborazione nel progetto-A1. Nella sua lettera la società tarantina ricorda come molte amministrazioni (Trento, Vibo Valentia, Latina, Padova, Perugia) stanno già sostenendo le realtà sportive locali del volley. Un appello è stato lanciato agli amministratori ed alla loro sensibilità affinché si possano promuovere insieme le peculiarità del territorio pugliese e ionico: turismo, agricoltura, arte, artigianato e cultura, esportando il nostro essere mediterranei.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400