Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 00:48

Iattura-azzurra, Placì studia la rivincita

di Antonio Calò
In poco più di un mese ha fatto il “giro del mondo”, passando da un aeroporto all’altro, da un palazzetto ad un altro, da un albergo ad un altro con la Bulgaria, la nazionale che allena. Ora Camillo Placì si sta regalando un po’ di relax nel suo Salento, ma martedì 7 agosto tornerà a Sofia per iniziare la preparazione...
Iattura-azzurra, Placì studia la rivincita
di Antonio Calò

In poco più di un mese ha fatto il “giro del mondo”, passando da un aeroporto all’altro, da un palazzetto ad un altro, da un albergo ad un altro con la Bulgaria, la nazionale che allena. Ora Camillo Placì si sta regalando un po’ di relax nel suo Salento, ma martedì 7 agosto tornerà a Sofia per iniziare la preparazione in vista dei campionati europei in programma dal 20 al 29 settembre in Polonia ed in Danimarca.
Placì ha portato stabilmente la nazionale bulgara nel gotha mondiale ma, per la seconda volta nel giro di un anno, ha perso la medaglia di bronzo di una importante manifestazione ad opera dell’Italia. «E’ accaduto ad agosto 2012 alle Olimpiadi di Londra ed ora la storia si è ripetuta in Argentina, in World League», rammenta il tecnico di Specchia, «E’ amaro restare giù dal podio dopo esserci arrivato vicino, ma bisogna considerare che la Bulgaria sta mettendo in mostra grande regolarità di rendimento. Ci sono nazionali che hanno vinto e poi sono sparite dalle primissime posizioni. Noi, invece, siamo riusciti a restare tra le migliori negli ultimi tre tornei di grande prestigio che abbiamo disputato ed ora proveremo a fare altrettanto agli europei, anche se non sarà facile»...

La notizia completa sull'edizione della Gazzetta in edicola o scaricabile qui

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione