Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 06:47

Formula Uno - Schumi in "pole" al Gp di San Marino

La Ferrari torna alla ribalta, sul circuito di Imola. La corsa verrà trasmessa in diretta televisiva da Rai Uno a partire dalle ore 13,10. Il campione tedesco del "cavallino rampante" ha messo a segno il record delle partenze in 1ª posizione, battendo il primato di Ayrton Senna
Michael Schumacher La Ferrari di Michael Schumacher partirà in pole position al Gran premio di Formula Uno di San Marino, in programma domani - domenica 23 aprile - sul circuito di Imola.
Diretta tv su Rai Uno a partire dalle ore 13,10.



IMOLA - Michael Schumacher mette in bacheca un altro record. Questa volta è toccato a quello di Ayrton Senna da Silva sul numero di pole-position ottenute in carriera. «Magic» ne aveva ottenute 65 ma da oggi a quota 66 c'è il tedesco che regala alla Ferrari ed alle decine di migliaia di tifosi distribuiti intorno al circuito di Imola la seconda pole-position stagionale. Il Cavallino rampante si è presentato a questo week-end del GP di San Marino con una 248 F1 modificata in molte sue componenti e, a quanto sembra, l'aria di casa ha fatto bene alla monoposto di Maranello che, oltre alla pole di Schumi con 1'22"795 ha piazzato in seconda fila con il quarto tempo l'altra «rossa» di Felipe Massa che a lungo si è alternato con il compagno in testa alla griglia, per poi fermarsi a 1'23"702, preceduto dalla due Honda di Jenson Button, che con 1'22"988 fa compagnia a Schumacher in prima fila e di Rubens Barrichello, autore del terzo tempo con 1'23"242. Nelle prime due file, quindi, le due squadre più attese in questo appuntamento imolese, visti i risultati ed il tanto lavoro svolto nei test dopo la gara di Melbourne. In terza fila con quasi un secondo di distacco la R26 di Fernando Alonso. La Renault non ama molto la pista del Santerno, ma il campione del mondo costruì la sua fortuna nella passata stagione con una bella vittoria proprio nella gara del Titano, tenendo dietro per una dozzina di giri proprio Michael Schumacher. Nel team di Flavio Briatore, però, recriminano per l'undicesimo tempo di Giancarlo Fisichella, eliminato nel secondo «terzo» di quelifiche. Il romano, forse, è stato penalizzato da una strategia sbagliata, uscendo troppo presto, non riuscendo a rintuzzare gli attacchi degli altri concorrenti nei secondi finali. Ne hanno approfittao Mark Webber con la Williams e Jarno Trulli con la Toyota che hanno fatto meglio del pilota romano per pochi centesimi. In casa Toyota, oltre al nono tempo dell'abbruzzese sorridono per il sesto tempo di Ralf Schumacher che partirà dalla terza fila al fianco di Alonso, mettendosi alle spalle le due McLaren-Mercedesdi Juan Pablo Montoya e Kimi Raikkonen che occupano la quarta fila. Fuori dalla «top ten» oltre a Fisichella anche le due BMW Sauber di Jacques Villeneuve e Nick Heidfeld e la seconda Williams di Nico Roseberg, autore di un incidente nel corso delle libere della mattina. Per lui è stato necessario montare il V8 Cosworth sul muletto per partecipare alle qualifiche. Tra i primi sedici, poi, la RedBull di David Coulthard, in settima fila con il 14.o tempo, e Tonio Liuzzi con la Toro Rosso, sedicesimo. Subito eliminati, invece, Christian Klien con la seconda RedBull e Scott Speed con l'altra Toro Rosso. In penultima fila prenderanno il via le due Midland di Tiago Monteiro e Christian Albers, quindi, in ultima, le due SuperAguri di Sato ed Ide. Domani, 62 giri e tempo ottimo, almeno secondo le previsioni meteo. A decidere la corsa, come al solito, la quantita di benzina che i concorrenti avevano alla fine nei serbatoi per effettuare il primo «stint» della gara. Le strategie dovrebbero essere di due e tre soste.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione