Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 07:45

Bari, colpo di pistola contro uffici Matarrese. Solidarietà di Montemurro Storia infinita 1: Matarrese Storia infinita 2: Montemurro Prima bozza preliminare Seconda bozza con modifiche

BARI - Un foro. Grosso dice chi l’ha visto. Di una proiettile calibro 38, dicono gli investigatori. A sparare è stato un revolver. Un colpo solo, che ha mandato in frantumi alcuni vetri degli uffici della Salvatore Matarrese spa a Japigia. Chi ha premuto il grilletto della pistola a tamburo lo ha fatto nel cuore della notte. Il collegamento con la telenovela infinita, quella della estenuante trattativa della vendita del Bari calcio, sembra avere la meglio su ipotesi e ricostruzioni
Col fuoco non si scherza di Gaetano Campione
Prima uscita stagionale: Chievo-Bari 3-0
Bari, colpo di pistola contro uffici Matarrese. Solidarietà di Montemurro Storia infinita 1: Matarrese Storia infinita 2: Montemurro Prima bozza preliminare Seconda bozza con modifiche
BARI - Un foro. Grosso dice chi l’ha visto. Di una proiettile calibro 38, dicono gli investigatori. A sparare è stato un revolver. Un colpo solo, che ha mandato in frantumi alcuni vetri degli uffici della Salvatore Matarrese spa a Japigia.

Chi ha premuto il grilletto della pistola a tamburo lo ha fatto nel cuore della notte. I carabinieri - che si occupano dell’accaduto - indagano a 360 gradi, come si fa in questi casi. Per non lasciare nulla al caso. Ma sussurrano anche che il collegamento con la telenovela infinita, quella della estenuante trattativa della vendita del Bari calcio, sembra avere la meglio su ipotesi e ricostruzioni.

Antonio Matarrese, l’uomo che in nome della famiglia si sta occupando della questione biancorossa, è lapidario: «Questo è il frutto del clima avvelenato di questi mesi. Ci vogliono far passare per incoscienti e spregiudicati».

Prima la bomba carta contro la palazzina dove abitano alcuni dei componenti della famiglia, poi il colpo di pistola. Senza dimenticare i messaggi minatori su internet, le scritte sui muri, le offese personali. Tutti segnali di una escalation pericolosa che va fermata in nome del buon senso.

La notizia completa sull'edizione della Gazzetta in edicola o scaricabile qui

SOLIDARIETA' MONTEMURRO - «Massima solidarietà» alla famiglia Matarrese, per l’intimidazione subita la notte scorsa, viene espressa in una nota dalle società 'La Nuova Meridionale Grigliatì e Siderbalba spa attraverso i suoi rappresentanti, Paolo Montemurro per la prima e Tommaso e Luigi Rapullino per la seconda. La notte scorsa sconosciuti hanno sparato un colpo di pistola contro la saracinesca degli uffici dell’azienda di costruzione Matarrese, al quartiere Japigia di Bari. Montemurro sino a pochi giorni fa ha trattato con i Matarrese la vendita della società di calcio. I firmatari della nota «ribadiscono quanto pubblicamente dichiarato relativamente alla certa volontà della famiglia Matarrese di vendere, vendita non conclusasi a causa del difficile coordinamento tra le norme fiscali e quelle che regolano il mondo del calcio. Auspicano pertanto – conclude la nota – che con il contributo di tutti venga ripristinato un clima di serenità per il bene della città e della squadra».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione