Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 16:13

Bari e un tranquillo sabato in apnea

di FABRIZIO NITTI
BARI - Un sabato da vivere in apnea. Cosa verrà fuori, questa volta, dal pentolone- trattativa? L’incontro ravvicinato più o meno del terzo tipo, si terrà o no? Matarrese e Montemurro si vedranno? La storia proseguirà o si arenerà? Un mare di quesiti girano per la testa di una tifoseria stanca, ma sempre in vigile attesa. La giornata di ieri è trascorsa nel riserbo più assoluto. Le «parti», però, si sarebbero «parlate» tramite i rispettivi consulenti per valutare la risposta del gruppo Montemurro alla proposta di preliminare giunta dai Matarrese nei giorni scorsi
Bari e un tranquillo sabato in apnea
FABRIZIO NITTI

BARI - Un sabato da vivere in apnea. Cosa verrà fuori, questa volta, dal pentolone- trattativa? L’incontro ravvicinato più o meno del terzo tipo, si terrà o no? Matarrese e Montemurro si vedranno? La storia proseguirà o si arenerà? Un mare di quesiti girano per la testa di una tifoseria stanca, ma sempre in vigile attesa. La giornata di ieri è trascorsa nel riserbo più assoluto. Le «parti», però, si sarebbero «parlate» tramite i rispettivi consulenti per valutare la risposta del gruppo Montemurro alla proposta di preliminare giunta dai Matarrese nei giorni scorsi.

Bozza che non prevede, è bene ricordarlo ancora una volta, il prezzo, le modalità d’acquisto e le garanzie da presentare. Tutti punti fondamentali... Dando per buono che in mattinata non dovrebbero esserci incontri, resta solo questo pomeriggio a disposizione per un eventuale, decisivo faccia a faccia. Domattina, infatti, Antonio Matarrese, l’uomo che porta avanti la trattativa, partirà alla volta di Castiglione di Cervia per ricevere un premio dal vice presidente vicario della Lega dilettanti, Alberto Mandelli. Una sorta di festa dello sport alla quale parteciperanno altri nomi importanti. Matarrese tornerà a Bari nella giornata di lunedì, prima di partire all’estero per impegni di lavoro.

Lo spazio di tempo, dunque, è davvero molto ristretto per sedersi attorno a un tavolo e discutere. Ma, intanto, si lavora pure sul binario semplicemente sportivo. Anche se la situazione di incertezza condiziona per forza di cose i movimenti di Angelozzi. La prossima settimana sarà quella del ritiro. Ma per andare in ritiro servono una squadra e uno staff tecnico. Partiamo dal secondo «paletto », cioé dall’allenatore.

Lunedì potrebbe essere il giorno di Carmine Gautieri, protagonista di una fantastica rimonta salvezza con il Lanciano nello scorso torneo di B. Gautieri, da tempo nel mirino di Angelozzi, dovrebbe firmare il contratto che lo legherà al Bari per la prossima stagione. Con Gautieri dovrebbe anche arrivare un «secondo», fermo restando che il Bari non rinuncerà a Nunzio Zavettieri. Ci sarà, poi, da «fare» la squadra. Un compito che non spaventa Angelozzi, abituato a muoversi in un mare di problemi.

Ma molto dipenderà dalle linee guida che arriveranno dalla proprietà, una volta finita la trattativa in atto. Intanto, va segnalato il trasferimento del giovane portiere Nicola Leali allo Spezia. Il Bari era in ballo per assicurarsi le prestazioni del promettente numero uno scuola Juventus, nel campionato scorso con Gautieri al Lanciano. Leali ha però preferito sbarcare in Liguria, dove trova una società solida economicamente e molto ambiziosa. Il club biancorosso, dunque, dovrà virare le proprie attenzioni su un altro portiere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione