Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 04:20

Calcio/Serie B - Carboni vuol finire in bellezza

Il tecnico del Bari, dopo aver ottenuto virtualmente la salvezza: «Non siamo ancora al sicuro per la matematica. Mancano pochi punti: tre, massimo quattro. In ogni caso pretendo un finale sprint. Alla ripresa avrò un gruppo reattivo. Ci aspetta l'Albinoleffe. Allora potremo levarci molte soddisfazioni»
BARI - «Non siamo ancora al sicuro per la matematica. Mancano pochi punti: tre, massimo quattro. In ogni caso pretendo un finale sprint. Durante la sosta alcuni giocatori che avevano dato molto sul piano fisico e mentale avranno modo di recuperare: alla ripresa avrò un gruppo tonico e reattivo. Ci aspetta l'Albinoleffe. Allora potremo levarci molte soddisfazioni». Il tecnico del Bari, Guido Carboni, dopo aver trascorso mesi sulla graticola della bassa classifica, si gode la striscia di cinque risultati utili consecutivi che ha cambiato le sorti della stagione della squadra.
Tredici punti nelle ultime cinque gare: un ruolino di marcia invidiabile, anche se non è stato accompagnato da un gioco spumeggiante. «Nelle ultime due partite - ha proseguito il toscano - abbiamo raccolto più di quello che meritavamo. Bari brutto e concreto? Non sono d'accordo: abbiamo registrato la difesa e non abbiamo più subito quei gol che avevano reso la nostra retroguardia una delle peggiori del campionato nel girone d'andata. Con meno qualità sulla linea mediana e con i laterali bassi per fare filtro e non lasciare scoperta la difesa, abbiamo avuto minore potenza in avanti. Santoruvo e Ganci insieme ai compagni hanno fatto il massimo per trasformare in concretezza la mole di gioco prodotta ed i risultati ci hanno dato ragione».
Ora ci saranno le ultime sei partite: una buona occasione per fare il punto sui giocatori che possono rappresentare il futuro del Bari. «Gazzi, Santoruvo e Carrus - secondo Carboni - sono giocatori di sicuro avvenire, Pagano anche; ho un gruppo giovane che in questa stagione ha maturato esperienza e potrà solo migliorare. Un bel patrimonio per la società. Poi conto molto su Santoruvo, un giocatore eccezionale sul piano del carattere e su Vantaggiato: il brindisino sarà una piacevole sorpresa».
Comunque un'altra storia rispetto al Bari delle epurazioni che era malamente retrocesso con la guida tecnica di Pillon.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione