Cerca

Il Milan si riprende il secondo posto

Kakà (3) spiana la strada ai rossoneri (4-1 al Chievo). La Lazio passa a Siena (3-2) e si candida per un posto in Uefa. Il Palermo spera ancora (1-1 a Cagliari). In coda, importante successo del Messina (3-1 al Treviso, che retrocede). Vincono anche Parma (4-0 alla Reggina) ed Empoli (2-1 alla Samp)
KakàMILANO - La 33ª giornata di A vede il Milan confermare il proprio secondo posto grazie al successo per 4-1 sul Chievo. I rossoneri, il cui incontro è cominciato con 10' di ritardo sull'orario fissato in segno di solidarietà verso i colleghi dell'Inter aggrediti in nottata da teppisti dopo l'anticipo di Ascoli, hanno dovuto rincorrere il gol di Pellissier, e si sono imposti grazie alla tripletta di Kakà (un gol su rigore) e all'acuto di Nesta che era valso il pareggio.
Importante successo in chiave Champions League per la Roma, che all'Olimpico travolge 3-1 il Lecce con doppietta di Mancini e gol di Chivu (nel Lecce Pinardi spreca un rigore e Delvecchio infila il gol della bandiera prima del fischio finale).
In chiave Uefa la Lazio sfrutta il passo falso del Chievo andando a raccogliere la posta piena a Siena, lo scavalca ed è sesta da sola: il 3-2 finale per i capitolini è frutto delle reti di Mauri, Rocchi e Dabo per gli ospiti e di Vergassola e Chiesa per i toscani.
Per quanto concerne la zona salvezza l'unica squadra a sorridere è il Messina, che supera 3-1 il fanalino di coda Treviso con gol di Floccari, Di Napoli e Sculli (di Fava il temporaneo pari dei veneti). Con questa sconfitta i trevigiani retrocedono matematicamente in Serie B.
Importante anche il successo dell'Empoli, che supera una Sampdoria sempre più in crisi per 2-1 grazie alla doppietta di Buscè (di Flachi su rigore il gol della bandiera genovese).
Sempre nella parte bassa della classifica il Cagliari viene raggiunto sull'1-1 (gol iniziale di Suazo) solo a tempo scaduto dal Palermo con Di Michele.
Infine poker del Parma sulla Reggina: nel 4-0 degli emiliani ormai salvi si esaltano Bresciano, Simplicio, Contini (su rigore) e Dessena.
Nei due anticipi di ieri Ascoli-Inter è finita 1-2 mentre Livorno-Udinese si è chiusa sullo 0-2.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400