Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 19:53

Cassano al Parma «Farò grandi cose»

PARMA – "Io sono convinto che, come ho fatto a Genova, farò grandi cose. Mi toglierò tante soddisfazioni con la mia squadra. Il prossimo anno poi è l’anno del mondiale e voglio fare grandi cose. Spero che questa sia la mia ultima piazza, voglio finire alla grande". Così ha esordito Antonio Cassano nella sua prima conferenza stampa in gialloblù.
Cassano al Parma «Farò grandi cose»
PARMA – "Io sono convinto che, come ho fatto a Genova, farò grandi cose. Mi toglierò tante soddisfazioni con la mia squadra. Il prossimo anno poi è l’anno del mondiale e voglio fare grandi cose. Spero che questa sia la mia ultima piazza, voglio finire alla grande". Così ha esordito Antonio Cassano nella sua prima conferenza stampa in gialloblù.

"Parma piazza tranquilla? Non credo nelle piazze tranquille e poi qui hanno giocato campioni di fama mondiale – ha risposto il fantasista barese – Se voglio una piazza tranquilla vado al mare. Io non sono venuto qui per essere in vacanza. Si vive bene, è vero, ma dobbiamo fare grandi cose in campo". Contropartita di Belfodil? "Io non sono la contropartita di nessuno, io sono un protagonista è basta – ha risposto deciso Cassano – A me piacciono le grandi sfide. Mi davano per morto dopo Madrid, e sono rinato con gol e spettacolo. Sono convinto che anche questa volta sarò io a vincere".

Stoccata finale per l’allenatore dell’Inter Mazzarri. "Ringrazio Moratti, Branca e Ausilio ma non Mazzarri – ha concluso Cassano – Prima di firmare mi ha detto che ero un titolare fisso, poi quando ha firmato ha detto che ero titolare per andare via. Io sono andato via dall’Inter perchè non ero più nei suoi piani. Io se l’un per cento della gente non mi vuole vado via. Qui invece mi vuole bene il cento per cento della gente".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione