Cerca

Cerignola, l'addio a un sogno L’Audace non scende in campo

di Antonio Villani
CERIGNOLA - Il gruppo Dinisi-De Cosmo non iscriverà il Cerignola al prossimo campionato di Eccellenza pugliese. Questa volta non è il solito “grido di allarme”, è un dato di fatto. Certo. «Abbiamo consegnato la squadra nelle mani del sindaco - dice il presidente Giuseppe Dinisi - quest’anno non è come nelle passate...
Cerignola, l'addio a un sogno L’Audace non scende in campo
di Antonio Villani

CERIGNOLA - Il gruppo Dinisi-De Cosmo non iscriverà il Cerignola al prossimo campionato di Eccellenza pugliese. Questa volta non è il solito “grido di allarme”, è un dato di fatto. Certo.
«Abbiamo consegnato la squadra nelle mani del sindaco - dice il presidente Giuseppe Dinisi - quest’anno non è come nelle passate stagioni: come gruppo ci tiriamo fuori, chi vuole la squadra a costo zero vada dal sindaco. Noi per il momento ci facciamo da parte». Cerignola, dunque, che potrebbe scomparire dalla mappa calcistica: si rischia di fare il botto. «Noi siamo fuori, adesso vediamo se ci sono persone che amano il calcio cerignolano - dice Dinisi - in questi anni e nelle ultime settimana molti avevano visto la nostra presenza “ingrombrante”, ora non ci siamo più, non ci sono più alibi».
Conto alla rovescia già scattato: se entro il 25 luglio (termine di iscrizione al campionato) non ci saranno nuove forze, il Cerignola scomparirà e tutti i giocatori della società (settore giovanile compreso) saranno liberi di accasarsi altrove. Il Cerignola in un colpo solo perderebbe non solo la prima squadra ma soprattutto il fiorente settore giovanile che in questa stagione con gli “Allievi” e con la “Juniores” ha disputato le finali nazionali dopo aver vinto quelle regionali. Un danno enorme per tutto il mondo calcistico gialloblu. Il presidente Giuseppe Dinisi e il dg Francesco De Cosmo non ne vogliono più sapere della squadra. Il presidente Dinisi continua a guardarsi intorno e cercare chi lo potrebbe sostituire. Il tempo è tiranno, perchè la documentazione deve essere preparata e spedita entro un paio di settimane. Ora il sindaco aspetterà che qualche imprenditore si faccia avanti, ma ad oggi nessuno è andato a bussare alla sua porta e la situazione sembra essere sempre più meno rosea. Ora bisognerà contattare il primo cittadino che ha in mano la squadra a “costo zero”.

La notizia completa sull'edizione della Gazzetta in edicola o scaricabile qui

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400