Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 15:30

Taranto, lungo cda settore giovanile ok alla Fondazione?

Settore giovanile alla Fondazione Taras: più sì che no. I dubbi residui dovrebbe averli sciolti il cda di ieri sera, riunitosi eccezionalmente all’Histò. Resta da capire se sarà una gestione diretta, così come auspica la Fondazione, che ha spiegato le ragioni di questa sua volontà in una lettera aperta, oppure una sorta di supervisione con...
Taranto, lungo cda settore giovanile ok alla Fondazione?
Settore giovanile alla Fondazione Taras: più sì che no. I dubbi residui dovrebbe averli sciolti il cda di ieri sera, riunitosi eccezionalmente all’Histò. Resta da capire se sarà una gestione diretta, così come auspica la Fondazione, che ha spiegato le ragioni di questa sua volontà in una lettera aperta, oppure una sorta di supervisione con affidamento del settore giovanile ad una scuola calcio esterna.
Nel corso del cda s’è anche parlato di marketing, ovvero della possibilità di sfruttare compiutamente il marchio Taranto. E delle due ricapitalizzazione che attendono i soci: quella per azzerare le perdite e quella, decisamente più impegnativa, per ricostituire il budget (750mila euro). Appuntamento ormai alle porte: il 2 luglio l’assemblea dei soci è convocata in uno studio notarile. In quella sede si dovrà passare dalle intenzioni ai fatti. E si capirà chi è in grado di onorare gli impegni e chi, invece, è destinato a sfilarsi, liberando quote ad eventuali acquirenti (nei giorni scorsi è circolato il nome di Nicola Benedetto, assessore alle politiche agricole della Basilicata e titolare della Bbc di Bernalda)...

La notizia completa sull'edizione della Gazzetta in edicola o scaricabile qui

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione