Cerca

Formula 1 - Alonso vince il GP di Australia

Lo spagnolo della Renault conquista la seconda vittoria in tre gare disputate nel Mondiale. Secondo Raikkonen (McLaren), terzo Ralf Schumacher (Toyota). Gara da dimenticare per le Ferrari, a casa senza punti: Massa esce al primo giro, Schumi fuori pista al 33° quando perde il controllo della macchina
formula 1 Alonso vince in Cina su RenaultMELBOURNE (AUSTRALIA) - Fernando Alonso sul trono di Melbourne. Il pilota spagnolo della Renault conquista la seconda vittoria in tre gare fin qui disputate facendo capire agli avversari di avere tutta l'intenzione di confermarsi campione del mondo. E per la Renault è l'ennesima dimostrazione di potenza, visto che in Malesia a trionfare era stato Giancarlo Fisichella. Insomma il team di Flavio Briatore è ancora quello da battere: i principali avversari, vedi McLaren e Ferrari sono avvertiti.
Buon secondo posto per Kimi Raikkonen dopo un inizio di stagione in salita. Sul gradino più basso del podio è invece finito Ralf Schumacher con la Toyota. Mostra una discreta affidabilità la Bmw Sauber come dimostrano i piazzamenti di Heidfield e Villeneuve, rispettivamente quarto e sesto. Buona la prova di Giancarlo Fisichella, che dopo essere partito dai box ha ottenuto il quinto posto. A punti sono andati anche Barrichello e Coulthard, visto che Scott Speed, che aveva concluso all'ottavo posto, è stato penalizzato di 25" per aver sorpassato lo stesso Coulthard in regime di bandiere gialle.
Gara da dimenticare per le Ferrari che torna a casa senza punti. La gara di Felipe Massa si è conclusa al primo giro dopo un contatto con la Williams di Rosberg, mentre Schumacher è finito fuori pista al 33° giro quando ha perso il controllo della macchina dopo aver toccato un cordolo che lo ha sbilanciato, finendo così contro il muro.
Problemi alla partenza con Montoya che ha effettuato un testacoda mentre stava riscaldando i suoi pneumatici. Tuttavia il colombiano è riuscito a muovere la sua monoposto ed a piazzarla in ultima posizione. Giancarlo Fisichella ha alzato il braccio per segnalare un problema sulla sua monoposto. E' stato così necessario un altro giro di ricognizione, mentre Fisico ha preso la direzione dei box per effettuare la sua partenza.
Quindi il via con il buon avvio di Button, partito dalla pole, subito inseguito da Fernando Alonso. Una toccata con David Coulthard ha provocato l'abbandono di Jarno Trulli dopo poche curve, mentre Felipe Massa ha distrutto la sua monoposto contro un muro dopo aver colpito la Williams di Nico Rosberg.
Dopo un breve intervento della safety car, la corsa è ripresa con una partenza lanciata nella quale Alonso è riuscito a passare in testa, lasciandosi alle spalle Button e Raikkonen. Quarto, Ralf Schumacher ha perso due posizioni in poche curve, chiaramente non al passo in questo inizio di gara rispetto alla Williams di Webber ed alla McLaren di Montoya che lo hanno passato facilmente.
Al quarto giro, ha abbandonato anche Christian Klien, dopo la brusca perdita di controllo della sua Red Bull in frenata. La safety car è tornata in pista per un secondo intervento di alcuni giri che ha permesso ai commissari di pulire la pista. Al rientro della safety, Alonso ha mantenuto il comando mentre Button è stato passato da Raikkonen. All'undicesimo giro, Liuzzi ha passato Schumacher che si è ritrovato davanti a Speed. In quel giro il tedesco della Ferrari accusava niente meno che cinque secondi di ritardo al giro rispetto a Raikkonen, autore del miglior tempo in quel momento.
Al 18° giro, Juan Pablo Montoya è stato il primo dei big a fermarsi ai box. Mark Webber si è ritrovato in testa brevemente, prima di dover parcheggiare definitivamente la sua Williams a bordo pista, al 24° giro. Schumi ha iniziato a spingere forte per cercare di raggiungere Button, quinto. Il tedesco ha probabilmente attaccato troppo forte in quanto, al 35° giro, ha picchiato violentemente contro il muro del rettilineo dei box, dopo aver messo le ruote nell'erba all'uscita dell'ultima curva. E' quindi tornata in pista la safety car mentre i commissari hanno dovuto far intervenire il carro-attrezzi per evacuare la Ferrari numero 5.
Al rientro della safety è iniziata una lotta scatenata tra tutti i leader, considerato che i gap si erano cancellati. Ralf Schumacher ha sfruttato quel momento meglio di tutti ed è salito in terza posizione, inserendosi tra le due McLaren di Raikkonen e Montoya. In quella confusione, Tonio Liuzzi ha perso il controllo della sua Toro Rosso e ha picchiato molto violentemente contro le protezioni del circuito. Ennesina safety car. Al 46° giro, Juan Pablo Montoya è stato vittima di un'uscita di pista abbastanza simile a quella di Michael Schumacher. Le posizioni si sono allora fissate poco a poco fino all'arrivo. Sono comunque rimasti in lotta Speed (9^) e Coulthard (10^), e Button (5^) e Fisichella (6^).
Coulthard non è riuscito a passare l'americano della Toro Rosso ma, soprattutto, un ultimo evento ha segnato il finale della corsa: il motore della Honda di Button si è incendiato nelle ultime curve del circuito. Fisichella si è quindi impadronito del quinto posto finale mentre Button ha dovuto fermarsi a qualche metro dalla linea di arrivo, incapace di passare sotto la bandiera a scacchi. Fernando Alonso ha quindi segnato oggi la sua seconda vittoria stagionale, tagliando il traguardo davanti a Kimi Raikkonen e Ralf Schumacher.

Ordine d'arrivo del Gran Premio d'Australia, terza prova del Mondiale di Formula 1, disputato su 58 giri del circuito di Melbourne, pari a 307,574 km

1) Fernando Alonso (SPA) Renault in 1h34'27"870 alla media di 191,990 km/h
2) Kimi Raikkonen (FIN) McLaren-Mercedes a 1"829
3) Ralf Schumancher (GER) Toyota 24"824
4) Nick Heidfeld (GER) Bmw-Sauber 31"032
5) Giancarlo Fisichella (ITA) Renault 38"421
6) Jacques Villeneuve (CAN) Bmw-Sauber 49"554
7) Rubens Barrichello (BRA) Honda 51"904
8) David Coulthard (GBR) RedBull-Ferrari 53"983
9) Scott Speed (USA) Toro Rosso-Cosw. 1'18"817
10) Jens Button (GBR) Honda 1 giro
11) Christijan Albers (OLA) Midland-Toyota 1 giro
12) Takuma Sato (JPN) Super Aguri-Honda 2 giri
13) Yuji Ide (JPN) Super Aguri-Honda 3 giri
Giro più veloce: (27.) K.Raikkonen 1'26"045 a 221,869 Km/h

Classifica del Mondiale Piloti di F.1 dopo il Gran Premio d'Australia, seconda prova in calendario

1) Fernando Alonso (SPA) 28 punti
2) Giancarlo Fisichella (ITA) 14
2) Kimi Raikkonen (FIN) 14
4) Michael Schumacher (GER) 11
4) Jenson Button (GBR) 11
6) Juan Pablo Montoya (COL) 9
7) Ralf Schumacher (GER) 7
8) Nick Heidfeld (GER) 5
8) Jacques Villeneuve (CAN) 5
10) Felipe Massa (BRA) 4
11) Mark Webber (AUS) 3
12) Rubens Barrichello (BRA) 2
12) Nico Rosberg (GER) 2
14) Christian Klien (AUT) 1
14) David Coulthard (GBR) 1

Classifica del Mondiale costruttori di F.1 dopo il Gran Premio d'Australia, terza prova in calendario

1) Renault 42 punti
2) McLaren-Mercedes 23
3) Ferrari 15
4) Honda 13
5) Sauber-Bmw 10
6) Toyota 7
7) Williams-Cosworth 5
8) Red Bull Ferrari 2

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400