Cerca

Calcio/Serie B - Il Bari si fa raggiungere dalla Cremonese

Nella 35ª giornata, i biancorossi vanno in vantaggio con Ganci (43'). Nella ripresa, Carparelli equilibra il punteggio (63'): finsce 1-1. I punti di vantaggio sulla zona playout restano otto. Tra le squadre che seguono la squadra di Carboni in classifica vincono solo Albinoleffe e Catanzaro
CREMONESE-BARI 1-1 (0-1)

Cremonese (4-4-2): Bianchi, Garzon, Corallo, Donadoni, Rossi, Furiani, Gatti (1'st Guidoni), Smanio, Amore (44'st Carotti), Dedic (26'st Cremonesi), Carparelli. (93 Mondini, 2 Ruffini, 14 Job, 25 Morbini). Allenatore: Dellacasa.
Bari (4-4-2): Gillet, Bellavista, Esposito (38'st Micolucci), Pianu, Anaclerio (41'st La Vista), Pagano, Carrus, Gazzi (44' st Romanelli), Fusani, Ganci, Santoruvo. (22 Spadavecchia, 4 Goretti, 8 Rajcic, 28 Candrina). Allenatore: Carboni.
Arbitro: Banti di Livorno.
Reti: nel pt 43' Ganci, nel st 18' Carparelli.
Angoli: 5-2 per il Bari.
Recupero: 2' e 4'.
Espulso: Donadoni al 23' st per doppia ammonizione.
Ammoniti: Rossi e Carrus per gioco falloso.
Spettatori: 2 mila circa.

CREMONA - Un pareggio esterno che serve al Bari ma che invece lascia alla Cremonese l'amaro in bocca per l'ennesima occasione sprecata nella rincorsa alla salvezza. La sfida fra Cremonese e Bari finisce 1-1 fra le contestazioni del pubblico lombardo nei confronti della squadra allenata da Dellacasa. In effetti nel primo tempo i grigiorossi non hanno indovinato praticamente nulla, lasciando al Bari il possesso della palla e il dominio del gioco.
Dopo un paio di tentativi di Santoruvo (puntuale Bianchi, il portiere di casa a chiudere sui tiri dell'attaccante pugliese), è quindi il Bari a passare al 43' con Ganci, bravo ad allungare un passaggio rasoterra di Fusani dalla destra. Nulla da fare stavolta per il numero uno grigiorosso, bruciato sul tempo dalla scivolata dell'attaccante arrivato a gennaio dal Piacenza.
Nella ripresa la Cremonese pare più convinta e cerca il pareggio, anche perché Dellacasa infila in campo la terza punta Guidoni al posto del centrocampista Gatti. E al 18' arriva il gol che riporta il punteggio in equilibrio direttamente su calcio di punizione battuto a rientrare da Carparelli, al suo dodicesimo centro. Gillet non può fare altro che guardare la palla entrare in rete.
Si riparte daccapo e la Cremonese sembra crederci, ma a rovinare tutto è Donadoni, che al 23' si fa espellere per doppia ammonizione e costringe l'allenatore a togliere l'attaccante Dedic. Il Bari si limita a qualche contropiede ma non approfitta della superiorità numerica. Sul fronte opposto invece Gillet para su Carparelli e in pieno recupero, al 48', Guidoni segna un gol da antologia ma la sua gioia dura un attimo perché il guardalinee sbandiera il fuorigioco.
Si chiude fra i fischi dei tifosi lombardi e lo sventolio di bandiere biancorosse nella curva pugliese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400