Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 16:19

Atletica - Vivicittà: ci sarà Leone alla partenza prevista a Bari

«No al razzismo»: sarà questo lo striscione che unirà insieme le 39 città italiane che ospiteranno la corsa, organizzata dall'Uisp (Unione italiana sport per tutti) in programma domenica 2 aprile. In questi giorni si stanno raccogliendo le adesioni. Si parte anche all'estero: a Sarajevo e Tuzla
ROMA - «No al razzismo»: sarà questo lo striscione che unirà insieme le 39 città italiane che ospiteranno Vivicittà 2006, la corsa organizzata dall'Uisp in programma domenica 2 aprile. I percorsi delle gare (12 km per le prove competitive salvo Firenze e Latina dove si correrà anche sulla classica distanza dei 21,097 km della mezza maratona, più i 4 km della passeggiata non competitiva) sono stati disegnati per attraversare e toccare luoghi e quartieri frequentati dalle più diverse comunità.
Vivicittà porterà il suo messaggio di solidarietà per le strade del mondo: a Sarajevo e Tuzla prenderanno parte alla gara anche un centinaio di bersaglieri di stanza nelle due città bosniache. In questi giorni ogni città sta raccogliendo le adesioni, domenica non mancheranno nomi importanti al via: a Bari ci sarà Giacomo Leone, due volte vincitore di Vivicittà e in preparazione per la Maratona di Padova; a Brescia è garantita la presenza di alcuni importanti maratoneti keniani del gruppo allenato dal prof. Rosa; a Firenze al via ci saranno il locale Mattia Treve ed Elena Iaccheri, prima alla 14 Miglia di Fontanellato; a Latina parteciperà la marocchina Khadija Laarroussi, quest'anno vincitrice della Maratonina d'Inverno e 2^ alla Mare e Monti; a Palermo favorito è il keniano Kurgat Eliap Kiplagat, primo nella mezza di Arco 2005; a Roma la corsa partirà ed arriverà al Circo Massimo dopo aver attraversato le più belle vie della capitale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione