Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 21:58

Scherma - Trillini batte Vezzali a Foggia. Ma la sorpresa è Errigo

Nella prova di Qualificazione Nazionale presso il Palascherma, le due azzurre si scontrano negli ottavi. Poi la Trillini deve arrendersi alla Granbassi, a sua volta battuta in finale dalla diciassettenne lombarda, grande promessa del fioretto femminile italiano. Tra gli uomini vince Ramacci
FOGGIA - I gruppi sportivi militari dominano anche la seconda giornata di gare della prova di Qualificazione Nazionale presso il Palascherma di Foggia. Ieri erano in programma le prove di fioretto femminile e maschile, che hanno visto le vittorie di Arianna Errigo (Carabinieri) e Marco Ramacci (Fiamme Oro). Di livello altissimo entrambe le gare, in particolare quella femminile che ha visto la partecipazione, fra le altre, della campionessa e della vice-campionessa olimpica di Atene 2004, Valentina Vezzali e Giovanna Trillini.
Le due campionissime jesine si sono affrontate negli ottavi in quella che può essere considerata la rivincita della finale dei Giochi ellenici. Questa volta a imporsi è stata la Trillini, che ha battuto la rivale e concittadina con un nettissimo 15-4.
Un discorso particolare va fatto anche a proposito della vincitrice Arianna Errigo. La 17enne monzese ha ancora una volta confermato di essere una delle più grandi promesse della scherma italiana. Dopo avere sconfitto nei quarti Valentina Cipriani (bronzo individuale e oro a squadre agli ultimi Europei) per 15-8, l'atleta lombarda ha poi avuto la meglio in semifinale contro un'altra promessa del nostro fioretto femminile, Carolina Erba (15-7 il punteggio dell'incontro).
Infine, nella sfida per l'oro la Errigo si è imposta sulla compagna di club Margherita Granbassi per una sola stoccata (9-8). La Granbassi aveva da parte sua compiuto un'impresa sconfiggendo in semifinale la Trillini 14-10.
Nel fioretto maschile il dominio è toccato alle Fiamme Oro. A contendersi la vittoria sono stati infatti i poliziotti Ramacci e Marco Vannini. Il primo non ha lasciato scampo all'avversario con un netto 15-5. In semifinale Ramacci aveva battuto per una sola stoccata Giuseppe Alongi (15-14) mentre Vannini aveva avuto la meglio sul giovane Martino. Da segnalare che il campione del mondo 2002 (e vice-campione 2003) Simone Vanni, anch'egli delle Fiamme Oro, era stato fermato nei quarti di finale dal compagno di club Ramacci (15-11 a favore del fiorettista di Frascati).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione